Oro, incenso e birra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Oro, incenso e birra
Artista Zucchero
Tipo album Studio
Pubblicazione 13 giugno 1989
Durata 39 min : 26 s
Dischi 1
Tracce 9
Genere Rock
Blues
Pop
Etichetta Polydor/PolyGram
Produttore Corrado Rustici
Registrazione Real World Studio (UK), Ardent Studio (USA), Power Station Studio, Umbi Medicina Blanche Studio (Italia)
Certificazioni
Dischi d'oro Italia
Dischi di platino Italia Italia(18) (vendite 1.840.000) Svizzera Svizzera (vendite 70.000)
Dischi di diamante Italia Italia(4) (vendite 1.840.000)
Zucchero - cronologia
Album precedente
(1988)
Album successivo
(1992)
« Oro, incenso e birra l'ho concepito con rabbia e tribolazione, con i crampi allo stomaco e le viscere a brandelli. »
(Zucchero)

Oro, incenso e birra è un album di Zucchero uscito in Italia nel giugno 1989 che ebbe molto successo sia a livello nazionale che internazionale raggiungendo la prima posizione in classifica in Italia ed in Svizzera.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Il titolo è dovuto ad una paronomasia con la biblica Oro, incenso e mirra. Tuttavia a Natale del 1989, il disco venne ristampato con una copertina diversa e con il titolo cambiato in Oro, incenso & mirra; questa edizione è particolarmente rara.

Per celebrare il disco d'oro uscì pure un'altra pubblicazione (limitata e numerata) dell'album dal titolo modificato in D'oro, incenso e birra con la copertina e il vinile completamente dorati.[1]

L'album raggiunse 1.840.000 copie in Italia.[2]

Il disco è stato prodotto da Corrado Rustici.

Alla realizzazione hanno collaborato Rufus Thomas nell'introduzione di Overdose (d'amore), Arthur Miles nel sermone che apre Diavolo in me, Eric Clapton con gli interventi solisti di chitarra in A Wonderful World, Francesco De Gregori (il testo di Diamante è suo) ed Ennio Morricone che è l'autore della traccia strumentale che chiude il disco. Va sottolineato inoltre il contributo del "pioniere" dell'organo Hammond Jimmy Smith, anch'egli presente nel brano di apertura del disco.

L'album è presente nella classifica dei 100 dischi italiani più belli di sempre secondo Rolling Stone Italia alla posizione numero 26.[3]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Tutti i brani sono parole e musica di Zucchero, tranne dove diversamente indicato.

Il testo de Il mare impetuoso al tramonto... è ispirato ad una poesia di Piero Ciampi, anche se sui crediti ufficiali del disco non risulta (fu riconosciuto solo in seguito).


  1. Overdose (d'amore) – 5:21
  2. Nice (Nietzsche) che dice – 3:19
  3. Il mare impetuoso al tramonto salì sulla luna e dietro una tendina di stelle... – 3:56
  4. Madre dolcissima – 7:17
  5. Diavolo in me – 4:03
  6. Iruben me – 5:49
  7. A Wonderful World – 4:33 – con Eric Clapton
  8. Diamante – 5:45 (Francesco De Gregori, Zucchero, Matteo Saggese, Mino Vergnaghi)
  9. Libera l'amore – 2:13 (Zucchero, Ennio Morricone)

Musicisti[modifica | modifica wikitesto]

[4]

Classifica italiana[modifica | modifica wikitesto]

Classifica di fine anno (Top 100)[modifica | modifica wikitesto]

[5]

# Paese
1 Italia Italia

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Welcome to zucchero84.com • the official site
  2. ^ Blues - Zucchero
  3. ^ I 100 dischi italiani più belli di sempre secondo Rolling Stone
  4. ^ dati ricavati dalla scheda del disco sul sito Discogs [1].
  5. ^ Hit Parade Italia (Top 100). URL consultato il 17 agosto 2011.
musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica