Ormisda I

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Moneta di Ormisda I

Ormisda I o Hormizd (... – 273) è stato Imperatore sasanide di Persia dal 271 alla sua morte[1].

Figlio di Sapore I, governò in nome del padre la provincia di Khorasan. Se è corretto emendare il nome Odomastes contenuto nei Trenta Tiranni con Oromastes (Ormisda), allora partecipò anche alle guerre del padre contro l'Impero romano. Regnò solo 14 mesi.[1]

In base ad una tradizione persiana, Ormisda era invece figlio della figlia di Mithrak, della dinastia achemenide, la cui famiglia era stata sterminata dal primo re sasanide Ardashir I perché un oracolo avrebbe profetizzato che da questa stirpe sarebbe venuto il nuovo re di Persia. Allo sterminio sarebbe scampata (sempre secondo questa tradizione) una figlia, salvata da un contadino. Sapore avrebbe poi sposato questa donna, da cui avrebbe avuto Ormisda.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Grande enciclopedia universale delle lettere, delle scienze, delle arti / diretta da Armando Curcio - Milano Roma

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Encyclopedia Britannica, edizione 1911.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore
Sapore I
Sovrani sasanidi di Persia
271-272
Successore
Bahram I