Organismo unicellulare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Gli organismi unicellulari sono organismi che svolgono tutte le funzioni vitali in una sola cellula (es.: paramecio, ameba, batteri, lieviti...). in genere si tratta di microrganismi, con rari esemplari di dimensioni macroscopiche, per esempio alcuni foraminifera come i Xenophyophorea che raggiungono anche 1-2 decimetri di lunghezza.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Un modo di riproduzione negli unicellulari è quello per scissione binaria, cioè la cellula madre si separa in due cellule figlie, tutte e due identiche alla prima.

Un altro modo di riproduzione è quello della gemmazione, cioè la cellula madre forma una "gemma", che si stacca formando la cellula figlia.


Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Gli organismi unicellulari si dividono in monere (organismi procarioti) e protisti (organismi eucarioti). Al regno dei protisti appartengono gli organismi unicellulari che non sono classificati come animali, vegetali o funghi.

Gli unicellulari sono presenti in tre dei sei regni dei viventi, infatti tutti gli organismi facenti parte degli Eubatteri e degli Archeobatteri sono unicellulari, mentre nei Protisti sono presenti sia unicellulari che pluricellulari.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Biologia Portale Biologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Biologia