Orfeo (musica)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Orfeo ed Euridice, Frederic Leighton - 1864

Il mito di Orfeo è stato sin dalle origini legato all'elemento musicale. In epoca moderna la storia del cantore solitario, capace di comunicare attraverso il suono della sua lira con gli animali della terra e le creature dell'oltretomba, è stato oggetto di innumerevoli versioni musicali.

Sulla sua storia d'amore con la ninfa Euridice si basa il libretto della prima opera: Euridice di Ottavio Rinuccini (1600); ma il soggetto ha avuto grande fortuna durante tutta la fase iniziale della storia dell'opera, sia per il legame tra il nuovo genere teatrale e il dramma pastorale, sia perché la presenza di un musico come protagonista era in grado di soddisfare il principio di verosimiglianza.

Il soggetto tornò in auge nel teatro musicale del Settecento, grazie all'Orfeo ed Euridice di Gluck, prima delle opere della riforma gluckiana. Nel tentativo di riportare il melodramma alle sue origini ideali, ripristinando un equilibrato rapporto tra musica e dramma, Gluck e il librettista Calzabigi scelsero non a caso il mito di Orfeo.

Altrettanto significativa è la scelta di questo soggetto da parte di Igor Stravinskij, per uno dei più importanti lavori del suo periodo neoclassico.

La fortuna musicale della favola di Orfeo ebbe la sua fase di maggiore eclissi nell'Ottocento, rivisitata in teatro solo da Jacques Offenbach, in chiave parodistica.

Euridice (Rinuccini - 1600)[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Euridice (Rinuccini) e Euridice (Peri).

Euridice - Favola drammatica di Ottavio Rinuccini, messa in musica prima da Jacopo Peri (Palazzo Pitti, Firenze, 6 ottobre 1600) e poi da Giulio Caccini (Palazzo Pitti, Firenze, 5 dicembre 1602).

È considerata la prima opera lirica in senso stretto, il cui libretto sia stato musicato da cima a fondo.

L'Orfeo (Monteverdi - 1607)[modifica | modifica sorgente]

L'Orfeo - Favola in musica di Claudio Monteverdi su libretto di Alessandro Striggio.

L'opera è tratta dalla Fabula di Orfeo di Poliziano. Si compone di un prologo ("Prosopoea della musica") e cinque atti. Fu rappresentata per la prima volta il 24 febbraio del 1607 nel palazzo ducale di Mantova.

Orfeo dolente (Belli - 1616)[modifica | modifica sorgente]

Orfeo dolente - Opera musicale di Domenico Belli.

La composizione - suddivisa in cinque intermezzi - fu eseguita per la prima volta a Palazzo Gherardesca di Firenze, abitazione di Ugo Rinaldi, nel carnevale del 1616.

La morte di Orfeo (Landi - 1619)[modifica | modifica sorgente]

La morte di Orfeo - Tragicommedia pastorale in cinque atti di Stefano Landi su libretto di Alessandro Mattei.

La prima ebbe luogo il 1º giugno 1619 a Roma.

Orfeus und Euridice (Schütz - 1638)[modifica | modifica sorgente]

Orfeus und Euridice - Opera-ballo di Heinrich Schütz.

La prima ebbe luogo a Dresda il 20 novembre 1638.

Orfeo (Rossi - 1647)[modifica | modifica sorgente]

Orfeo - Opera musicale di Luigi Rossi (1647).

Presentata al Palazzo reale di Parigi sotto gli auspici del cardinale Mazarino, fu una delle prime opere italiane rappresentate in Francia. Lo spettacolo durò sei ore, inframmezzato da strani ed eterogenei balletti, secondo il gusto del teatro francese dell'epoca.

Orfeo (Lully - 1690)[modifica | modifica sorgente]

Orfeo - Opera musicale di Jean-Baptiste Lully e Louis Lully.

Jean-Baptiste pose mano all'opera del fratello Louis, che ne fu ufficialmente l'autore.
L'opera fu rappresentata a Parigi l'8 aprile 1690, ma non ebbe fortuna.

Orfeo ed Euridice (Gluck - 1762)[modifica | modifica sorgente]

Orfeo ed Euridice - Opera musicale di Christoph Willibald Gluck su libretto di Ranieri de' Calzabigi.

L'opera nacque dall'incontro tra lo scrittore ed il musicista a Vienna, nel 1761, dove fu rappresentata al Burgtheater il 5 ottobre 1762.

Orfeo ed Euridice (Deller - 1763)[modifica | modifica sorgente]

Orfeo ed Euridice - Ballo di Florian Johann Deller scritto secondo le nuove teorie mimico-drammatiche del coreografo francese Jean-Georges Noverre (1763).

Orfeo ed Euridice (Naumann - 1786)[modifica | modifica sorgente]

Orfeo ed Euridice (Orpheus og Eurydike) - Opera lirica di Johann Gottlieb Naumann, su libretto di Charlotta Dorothea Biehl liberamente basato su quello di Ranieri de' Calzabigi per Gluck.

La prima assoluta ebbe luogo a Copenaghen il 31 gennaio 1786, l'opera fu replicata per dodici sere.

L'anima del filosofo (Haydn - 1791)[modifica | modifica sorgente]

L'anima del filosofo ossia Orfeo ed Euridice - Opera musicale di Franz Joseph Haydn.

Scritta nel 1791, su libretto di Carlo Francesco Badini, fu rappresentata postuma al Teatro della Pergola di Firenze il 9 giugno 1951.

Orpheus (Liszt - 1854)[modifica | modifica sorgente]

Orpheus - Poema sinfonico di Franz Liszt (1854).

Orphée aux Enfers (Offenbach - 1858)[modifica | modifica sorgente]

Orfeo all'inferno - Operetta in due atti e quattro quadri di Jacques Offenbach, su libretto di Hector Crémieux.

Fu rappresentata a Parigi nel 1858. Fu ripresa e rimaneggiata dagli autori in quattro atti e dodici quadri nel 1874.

Orphée (Ducasse - 1913)[modifica | modifica sorgente]

Orphée - Mimodramma in tre atti di Roger Ducasse, su libretto dello stesso Ducasse (1913).

L'azione teatrale si basa su un'insolita combinazione di pantomima, danza e musica.

Fu pubblicato nel 1913 ma fu eseguito per intero solo nel 1926, a Parigi, con protagonista la celebre ballerina Ida Rubinstein. In precedenza furono eseguiti in comcerto tre «Frammenti sinfonici» ricavati dal mimodramma: Orphée évoque le dieu, Hymen - Course du flambeau e Bacchanale.

Orpheus und Eurydike (Krenek - 1926)[modifica | modifica sorgente]

Orpheus und Eurydike - Opera lirica di Ernst Krenek su libretto di Oskar Kokoschka.

Scritta nel 1923, fu rappresentata a Kassel nel 1926.

Orpheus (Stravinskij - 1947)[modifica | modifica sorgente]

Orpheus - Balletto neoclassico in tre quadri di Igor Stravinskij, composto nel 1947.

La prima ebbe luogo il 28 aprile 1948 alla Ballet Society di New York, con la coreografia di George Balanchine.

Orfeu da Conceiçāo (Vinicius de Moraes - 1956)[modifica | modifica sorgente]

Orfeu da Conceiçāo - Dramma musicale di Vinicius de Moraes (1947).

Ha ispirato il film di Marcel Camus Orfeo negro (1959).

Orfeo9 (Tito Schipa Jr.) - 1970[modifica | modifica sorgente]

Opera rock teatrale scritta da Tito Schipa Jr. da cui è stato tratto il film prodotto dalla RAI nel 1973, ambientato in una Roma percorsa dal fermento dei nuovi musicisti pop, tra cui alcuni dei cantanti protagonisti sono diventati famosi.

Jackie O[modifica | modifica sorgente]

Il mito di Orfeo rivisitato - al contrario - nell'opera del 1995 di Michael Daugherty e Wayne Koestenbaum che ha come personaggio protagonista Jacqueline Kennedy Onassis.

Musica leggera[modifica | modifica sorgente]

L'onnicomprensività del mito è riuscita a lasciare una traccia non banale anche nella musica leggera.

La canzone Euridice, di Roberto Vecchioni, trova in Orfeo un anti-eroe che decide apposta di voltarsi, nella comprensione del fatto che la donna appartiene ormai alla dimensione della morte, e nulla potrebbe tornare come prima.

Carmen Consoli, dal canto suo, ha proposto Orfeo (dall'album del 2000 Stato di necessità), un brano in cui chiede all'amato di rinascere alla vita.

La band canadese Arcade Fire, nell'album Reflektor (2013), ha inserito due canzoni ispirate al mito di Orfeo ed Euridice

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica