Orfani di Achmatova

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Gli orfani di Achmatova (in russo: Ахматовские сироты) furono un gruppo di poeti russi riuniti come seguaci attorno alla poetessa Anna Andreevna Achmatova[1]. Quest'ultima li identificava come il suo "coro magico", ma, dopo la morte della poetessa, furono noti come "orfani di Achmatova"[2]. Facevano parte del gruppo Joseph Brodsky (Premio Nobel per la letteratura), Yevgeny Rein, Anatoly Naiman e Dmitri Bobyshev.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Maxim D. Shrayer, Two Poems on the Death of Akhmatova: Dialogues, Private Codes, and the Myth of Akhmatova's Orphans in Canadian Slavonic Papers / Revue Canadienne des Slavistes, vol. 35, 1/2, marzo-giugno 1993, pp. 45-68.
  2. ^ (EN) Solomon Volkon; Antonina W. Bouis, St. Petersburg: A Cultural History, Free Press, 1997, p. 510, ISBN 978-0684832968.