Ordine di San Stanislao

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ordine Reale di San Stanislao
Order św. Stanisława
Cross of the Polish Order of Saint Stanislaus from XVIII century.png
Insegna dell'Ordine Reale di San Stanislao (XVIII secolo).
Chorągiew królewska króla Zygmunta III Wazy.svg
Regno di Polonia
Tipologia Ordine cavalleresco statale
Motto Premiando incitat
Status soppresso statale, in uso come dinastico
Istituzione Varsavia, 1765
Primo capo Stanislao II di Polonia
Cessazione Mosca, 1831
Ultimo capo Nicola I di Russia
Gradi Cavaliere di I classe
Cavaliere di II classe
Cavaliere di III classe
Precedenza
Ordine più alto Ordine dell'Aquila Bianca
Ordine più basso -
RUS Order św. Stanisława (baretka).svg
Nastro dell'ordine
Ordine Imperiale di San Stanislao
Орден Святого Станислава
Order of St Stanislav 1st.jpg
Insegna dell'Ordine Imperiale di San Stanislao.
Flag of Russia.svg Coat of Arms of Russian Empire.svg
Impero di Russia, Casa Romanov
Tipologia Ordine cavalleresco statale
Status soppresso, divenuto ordine dinastico
Capo Marija Vladimirovna Romanova
Istituzione Mosca, 1832
Primo capo Nicola I di Russia
Cessazione Mosca, 1917
Ultimo capo Nicola II di Russia
Gradi Cavaliere di I classe
Cavaliere di II classe
Cavaliere di III classe
Cavaliere di IV classe
Cavaliere di V classe
Precedenza
Ordine più alto Ordine di Sant'Anna
Ordine più basso Ordine di San Giovanni di Gerusalemme (Russia)
RUS Order św. Stanisława (baretka).svg
Nastro dell'ordine

L'Ordine di San Stanislao (in polacco Order św. Stanisława, in russo Орденъ Св. Станислава) fu un ordine della Confederazione polacco-lituana e del Regno di Polonia dal 1765 al 1831. Dal 1832 al 1917, passò illegalmente alla casata russa dei Romanov in seguito alla conquista della Polonia, quando lo ribattezzarono Ordine Imperiale di San Stanislao, che continua tutt'oggi ad essere conferito come ordine dinastico dai discendenti degli zar russi in esilio e da molte organizzazioni private in tutto il Mondo.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il Re Stanislao II di Polonia stabilì la fondazione dell'Ordine dei Cavalieri di San Stanislao vescovo e martire con decreto reale dell'8 maggio del 1765 per onorare il servizio dei meritevoli verso la figura del re.

Dopo la partizione della Polonia, esso venne riconosciuto nel Granducato di Varsavia nel 1807. Dal 1815 con il Congresso del Regno di Polonia, l'Ordine, originariamente con una sola classe di benemerenza, venne suddiviso in quattro classi. Il 25 gennaio 1831 il parlamento polacco depose lo Zar Nicola I (1825-1855) dal trono di Polonia. Dopo la caduta del governo rivoluzionario delle sollevazioni di novembre, la casata dei Romanov tornò al governo annettendo direttamente la Polonia alla Russia, creando l'Ordine Imperiale di San Stanislao ed aggiungendolo al sistema di ordini di collazione russa dal 1832, ove rimase sino alla caduta dell'Impero di Russia nel 1917. Successivamente, quando la Polonia ottenne l'indipendenza nel 1918, l'Ordine venne sostituito dall'Ordine della Polonia Restituta. Dal 2009 l'Ordine è stato restaurato in Polonia come dinastico (non statale) e gode oggi di numerosi priorati in tutto il mondo; il gran maestro fu il conte Juliusz Nowina-Sokolnicki, rifondatore dell'Ordine[1].

Classi[modifica | modifica sorgente]

L'ordine aveva originariamente tre sole classi di benemerenza:

  • Cavaliere di I classe
  • Cavaliere di II classe
  • Cavaliere di III classe

Con il passaggio dell'Ordine sotto la diretta amministrazione dell'Impero Russo le classi dell'Ordine vennero ampliate alle classiche cinque:

  • Cavaliere di I classe
  • Cavaliere di II classe
  • Cavaliere di III classe
  • Cavaliere di IV classe
  • Cavaliere di V classe
Nastri
(1765 - 1831)
POL Krzyz Kawalerski Orderu Sw Stanislawa BAR.png
Cavaliere di III classe
POL Krzyz Komandorski Orderu Sw Stanislawa BAR.png
Cavaliere di II classe
POL Krzyz Wielki Orderu Sw Stanislawa BAR.png
Cavaliere di I classe
Nastri
(1832 - 1917)
POL Krzyz Kawalerski Orderu Sw Stanislawa BAR.png
Cavaliere di V classe
POL Krzyz Oficerski Orderu Sw Stanislawa BAR.png
Cavaliere di IV classe
POL Krzyz Komandorski Orderu Sw Stanislawa BAR.png
Cavaliere di III classe
POL Krzyz Komandorski z Gwiazda Orderu Sw Stanislawa BAR.png
Cavaliere di II classe
POL Krzyz Wielki Orderu Sw Stanislawa BAR.png
Cavaliere di I classe

Insegne[modifica | modifica sorgente]

Le insegne dell'ordine si differenziano a seconda del periodo di conferimento.

  • La medaglia dell'ordine polacco consisteva in una croce di Malta ad otto punte, smaltata di rosso e pomata d'oro. Tra i suoi bracci, si trovavano quattro aquile, smaltate di bianco. Al centro si trovava un medaglione nero con il monogramma "S.2.R" (Stanislaus II Rex), contornato da un anello dorato col motto "Praemiando Incitat". La stella era invece composta di una placca d'argento a forma di stella con otto raggi con al centro un medaglione identico a quello della medaglia.
    Il nastro era azzurro.
  • La medaglia dell'ordine russo consisteva in una croce di Malta ad otto punte, smaltata di rosso e pomata d'oro. Tra i suoi bracci, si trovavano quattro aquile bicefale in oro sormontate dalla corona imperiale russa. Al centro si trovava un medaglione bianco con il monogramma "S.S." (Sanctus Stanislaus), contornato da una corona d'alloro smaltata di verde. La stella era invece composta di una placca d'argento a forma di stella con otto raggi con al centro un medaglione identico a quello della medaglia.
    Il nastro era rosso con due fasce bianche per parte.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Some notes on the Polish Noble Family of Nowina-Sokolnicki

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Stanisław Łoza, "Kawalerowie Orderu Świętego Stanisława 1765–1813" (Warszawa 1925)
  • Norbert Wójtowicz, "Praemiando Incitat - Order Świętego Stanisława (Wybrane dokumenty)" (Warszawa 2007) ISBN 978-83-925702-0-2

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]