Ordine dell'Immacolata Concezione di Vila Viçosa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ordine dell'Immacolata Concezione di Vila Viçosa
Ordem de Nossa Senhora da Conceição de Vila Viçosa
Orde van O.L.V. van Vicosa Portugal.jpg
Placca (in alto) e medaglia (in basso) dell'Ordine dell'Immacolata Concezione di Vila Viçosa
PortugueseFlag1385.svg
Regno del Portogallo Casa di Braganza
Tipologia Ordine dinastico
Motto PADROEIRA DO REINO
Status concesso solo privatamente
Capo Duarte Pio di Braganza
Istituzione Rio de Janeiro, 1818
Primo capo Giovanni VI di Portogallo
Gradi Gran Collare
Cavaliere di Gran Croce
Grand'Ufficiale
Commendatore
Ufficiale
Cavaliere
Ordine più alto Ordine Militare di San Benedetto d'Avis
Ordine più basso Ordine Reale di San Michele dell'Ala
PRT Ordem de Nossa Senhora da Conceicao de Vila Vicosa Cavaleiro ribbon.svg
Nastro dell'ordine

L'Ordine dell’Immacolata Concezione di Vila Viçosa è un ordine dinastico ed onorifico il cui Gran Maestro è il Capo della Casa Reale portoghese, il Duca di Braganza.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il re Giovanni VI di Portogallo, delle Algarve e del Brasile, con suo decreto datato da Rio de Janeiro il 6 febbraio del 1818, istituì questo ordine come riconoscimento verso la protezione concessa dal santo patrono del regno. “Io ho determinato di istituire un Ordine militare della Concezione, del quale resterà come Sede principale la Cappella locale della Madonna della Concezione di Villa Viçosa, nella provincia di Aleintejo, ed avrà i differenti gradi di Gran Croce, Commendatori, Cavalieri e Serventi, in numero prefisso, come sarà esposto negli statuti che verranno pubblicati". Il 10 settembre 1819 furono pubblicati gli statuti dell’ordine, da assegnarsi a coloro che avevano dimostrato la propria lealtà alla Casa Reale Portoghese nella guerra contro le forze d'occupazione di Napoleone.

Il sovrano regnante di Portogallo era il Gran Maestro dell'Ordine, i principi del sangue erano, per diritto, Gran Croci; inoltre, l'Ordine si componeva di 12 Gran Croci, di quaranta Commendatori, di cento Cavalieri e di un numero illimitato di Serventi.

Nel 1910 la monarchia cadde ed il governo repubblicano abolì l’ordine, che in ogni caso il re Manuele II dall’esilio e poi i duchi di Braganza lo continuarono a concedere. Recentemente Duarte Pio di Braganza ha ristabilito l'Ordine come ordine dinastico onorifico della famiglia reale portoghese, insignendone molte personalità (fra loro Cristiano Ronaldo).

Insegne[modifica | modifica sorgente]

Le insegne dell’Ordine sono state disegnate dal pittore francese Jean-Baptiste Debret (1768-1848), che era incaricato di organizzare, per volere di Giovanni VI e del marchese di Marialva, un’Accademia di Arti e Mestieri (‘’Escola Real de Artes e Ofícios’’).

La decorazione consiste in una stella grande a nove punte, smaltata di bianco a righe d'oro, con nove stelle piccole dello stesso smalto, collocato sopra i raggi tra ognuna delle punte, e sormontata da corona reale sulla punta superiore. Nel centro, in campo d'oro opaco, sta il monogramma AM (Ave Maria) in cifra d'oro lucido, e nella circonferenza, sopra fascia smaltata di azzurro chiaro, si legge si lettere d'oro la leggenda “Padroeira do Reino” (Patrona del Regno). Il nastro è azzurro chiaro, orlato di bianco.

Insigniti notabili[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Secretariado de Estado da Cultura. ‘’Tesouros Reais’’. Lisbon: Textype - Artes Gráficas, Ld.ª, 1992. ISBN 972-9496-12-9

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]