Ordine del Coraggio personale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Ordine del Coraggio personale
Орден За личное мужество
Order for personal courage.jpg
Flag of the Soviet Union.svg Flag of Russia.svg
Unione Sovietica, Federazione Russa
Status cessato
Istituzione Mosca, 28 dicembre 1988
Cessazione Mosca, 1994
Precedenza
Ordine più alto Ordine della Gloria del lavoro
Ordine più basso -
Order personal courage rib.png
Nastro dell'ordine

L'ordine del Coraggio personale (in russo: Орден За Личное Мужество?) era una onorificenza civile dell'Unione Sovietica.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'ordine è stato istituito il 28 dicembre 1988 per decisione del Presidium del Soviet Supremo.

Assegnazione[modifica | modifica wikitesto]

La decorazione poteva essere conferita a qualunque cittadino sovietico che avesse dimostrato doti eccezionali di coraggio nel corso di azioni per il salvataggio di vite umane, il mantenimento dell'ordine pubblico, la salvaguardia delle proprietà statali o la lotta alla criminalità. Poteva inoltre essere assegnata in caso di catastrofi ecologiche o di altri eventi eccezionali. La medaglia fu disegnata da A.B.Zhuk e consiste in una stella argentata a cinque punte recante le parole Per il coraggio personale ((RU) ЗА ЛИЧНОЕ МУЖЕСТВО) e URSS ((RU) CCCP).

L'ordine fu per la prima volta conferito il 3 febbraio 1989 a Natalia Efimova, una professoressa della scuola n° 42 della città di Ordzhonikidze (oggi Vladikavkaz). Gli studenti della sua classe furono presi in ostaggio da un criminale durante un tragitto in autobus e furono poi liberati nel corso di un'azione della polizia. La seconda decorazione fu conferita al colonnello J.S. Kirsanovu, il quale prese parte alle operazioni di neutralizzazione dei criminali (al resto del personale furono conferiti gli ordini della Stella rossa e della Bandiera rossa).

Dopo lo scioglimento dell'Unione Sovietica la decorazione fu sostituita in Russia nel 1994 dalla medaglia per l'"Ordine del Coraggio", la quale ha però un aspetto diverso. Al 1994, anno in cui la decorazione venne soppressa, erano state conferite in totale circa 600 onorificenze. Giova ricordare che in seguito al sisma in Armenia l'onorificenza fu conferita ai Vigili del fuoco italiani recatisi in missione in quelle terre martoriate.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (RUEN) Medals of the USSR, A.N. Volodin e N.M. Merlay, San-Pietroburgo, ed. Pechatnyj Dvor, 1997

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]