Oraea

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Oraea era il nome di un porto situato nei pressi dell'odierna città di Ormara, nella provincia pakistana del Belucistan. Si trattava di un importante centro in epoca ellenistica per quanto riguardava il commercio con l'oceano Indiano. Viene citata brevemente nel Periplus maris erythraei:

« Oltre la regione Ommanitica si trova uno stato anch'esso dei Parsidae, di un altro regno, e la baia di Gedrosia [Casson: "Golfo di Terabdoi"], nel mezzo del quale un capo si estende nella baia. Qui c'è un fiume che permette l'accesso alle navi, con una piccola città-mercato alla foce, chiamata Oraea ed oltre una città nell'entroterra, distante sette giorni di viaggio dal mare, in cui si trova anche la corte el re; è chiamata... (probabilmente Rhambacia). Questo stato fornisce molti cereali, vino, riso e datteri; ma lungo la costa non vi è nulla tranne bdellium »
(Periplus, cap. 38)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]