Ora della Terra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Banner realizzato da WWF Italia per l'evento del 2012

Ora della Terra (Earth Hour in inglese) è un evento internazionale che ha l'obiettivo di richiamare l'attenzione sulla necessità di intervenire contro il riscaldamento globale mediante un gesto semplice ma concreto: spegnere la luce per un'ora nel giorno stabilito. Il risparmio energetico ha come effetto minori emissioni di anidride carbonica, il principale dei "gas serra". L'evento è anche mirato a ridurre l'inquinamento luminoso e nel 2008 è coinciso con l'inizio della National Dark Sky Week (settimana nazionale del cielo buio) negli Stati Uniti. Nel 2009 l'Ora della Terra si è svolta il 28 marzo dalle 20:30 alle 21:30 e vi hanno aderito 4.000 tra città e municipalità. Il WWF mirava a coinvolgere almeno 1.000 città e un miliardo di persone.

L'iniziativa[modifica | modifica sorgente]

Arena accesa in Piazza Bra, nel fondo il municipio a Verona 2013 WWF Verona
Arena spenta in Piazza Bra, nel fondo il municipio a Verona 2013 WWF Verona
Sydney Harbour Bridge e Opera House con le luci spente durante l'ora della Terra del 2007.

L'iniziativa è nata in Australia, promossa dal World Wide Fund for Nature Australia (WWF), gruppo ambientalista, e dal Sydney Morning Herald. La prima Ora della Terra si è svolta a Sydney, in Australia, tra le 19:30 e le 20:30 del 31 marzo 2007; l'Ora della Terra del 2007 ha tagliato i consumi energetici di Sydney, durante quell'ora, dal 2,1% al 10,2%, con una partecipazione di circa 2,2 milioni di persone. L'Ora della Terra 2008 ha segnato il primo anniversario dell'evento, con molti singoli e anche intere città in tutto il mondo che hanno partecipato all'iniziativa. In Italia è stato spento il Colosseo, a Roma, e il municipio di Venezia (Ca' Farsetti).

Ora della Terra 2013[modifica | modifica sorgente]

L'iniziativa del 2013 si è svolta dalle 20:30 alle 21:30 ora locale del 29 marzo.[1]

Ora della Terra 2012[modifica | modifica sorgente]

L'iniziativa del 2012 si è svolta il 31 marzo, alle 20:30 alle 21:30.[1]

Ora della Terra 2011[modifica | modifica sorgente]

L'iniziativa del 2011 si è svolta dalle 20:30 alle 21:30 ora locale del 26 marzo.

Ora della Terra 2010[modifica | modifica sorgente]

L'iniziativa del 2010 si è svolta dalle 20:30 alle 21:30 ora locale del 27 marzo.

Ora della Terra 2009[modifica | modifica sorgente]

L'iniziativa del 2009 si è svolta dalle 20:30 alle 21:30 ora locale del 28 marzo. Hanno partecipato 88 nazioni e più di 4.000 città, con un notevole incremento rispetto alle 35 nazioni partecipanti all'Ora della Terra 2008.[2] La partecipazione di un miliardo di persone era lo scopo dell'Ora della Terra 2009,[3] nel contesto nella Conferenza delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici.

Tra i partecipanti del 2009 vi sono stati, per la prima volta, i quartier generali delle Nazioni Unite a New York.[4] L'ONU ha stimato che la propria partecipazione permetterà di risparmiare 102$ in energia.[5]

Partecipazione[modifica | modifica sorgente]

Ora della Terra 2008[modifica | modifica sorgente]

Colosseo Roma 2008

La città di Sydney e il suo sindaco, Clover Moore hanno fatto sì che l'edizione del 2008, avvenuta il 29 marzo, divenisse un evento internazionale.[6] Il sito ufficiale dell'Earth Hour ha confermato che oltre 286.000 persone e 20.000 aziende hanno firmato in favore dell'evento alle ore 13:00 GMT.[7]

Secondo dati del 27 marzo, più di 11.900 imprese e 200.000 singoli si sono registrati per segnalare la propria intenzione a partecipare.[7]

Partecipanti[modifica | modifica sorgente]

Google[modifica | modifica sorgente]

Ora della Terra ha ricevuto l'appoggio del motore di ricerca Google. Da mezzogiorno del 29 marzo 2008 fino alla fine della giornata, la homepage di Google negli Stati Uniti, in Canada, in Irlanda e nel Regno Unito è stata resa su fondo nero. La frase che si poteva leggere sullo schermo era "We've turned the lights out. Now it's your turn - Earth Hour." ("Noi abbiamo spento le luci. Ora tocca a voi - Ora della Terra"). Sul proprio sito, Google ha spiegato che tutti dovrebbero spegnere le luci dalle 20:00 alle 21:00 secondo le varie ore locali. Secondo il sito:

Sydney durante Ora della Terra 2008

Gli utenti di Google in Canada (o Irlanda, Regno Unito, Stati Uniti) noteranno oggi che "abbiamo spento le luci" sulla homepage di Google.com come simbolo per dare spazio allo sforzo di conservazione dell'energia mondiale chiamato Ora della Terra. Riguardo alla motivazione del perché ciò non avviene sempre, si può dire che i display moderni utilizzano la stessa quantità di potenza a prescindere da ciò che mostrano. Tuttavia, anche tu puoi fare qualcosa per ridurre il consumo di energia sul tuo PC di casa, unendoti al Climate Savers Computing Initiative. Sabato 29 marzo 2008, "Ora della Terra" invita tutta la popolazione mondiale a spegnere le proprie luci per un'ora, dalle 20:00 alle 21:00 secondo il proprio fuso orario. In questa giornata, molte città in tutto in mondo — Copenaghen, Chicago, Melbourne, Dubai e Tel Aviv — sosterranno eventi per mostrare il loro impegno a risparmiare energia.

Dato l'impegno della nostra compagnia nelle cause ambientali e per l'efficienza energetica, sosteniamo fortemente la campagna "Ora della Terra", e pertanto abbiamo reso scura la nostra homepage per tutta la giornata, per mostrare ciò che speriamo possa essere un successo mondiale.[8]

Canali TV[modifica | modifica sorgente]

The Weather Network ha spostato gli studi televisivi all'esterno tra le 20 e le 21 EDT per "Ora della Terra", utilizzando solo una luce LED durante tutto il lasso di tempo.[9]

Città partecipanti[modifica | modifica sorgente]

"Ora della Terra" 2008 ha unito 370 città:.[10]

Nord America
Oceania

Città sostenitrici[modifica | modifica sorgente]

Altre città e regioni che hanno sostenuto l'evento[11]
Nord America

Programma[modifica | modifica sorgente]

Molti edifici a Sydney si sono uniti all'iniziativa di spegnimento delle luci.

Prima del 2008, San Francisco aveva un programma di spegnimento delle luci che si verificava in ottobre.[18] Per il 2008, è stato spostato al 29 marzo per andare a coincidere con l'Ora della Terra in Australia. Ciò è avvenuto nell'anno in cui Ora della Terra è divenuto evento internazionale e a San Francisco è stato chiesto di essere una città sostenitrice dell'iniziativa. Anziché avere quindi un evento separato, San Francisco ha sostenuto l'iniziativa e tutti gli sforzi per lo spegnimento delle luci sono stati spostati a sostegno dell'evento internazionale Ora della Terra. Dato che questa iniziativa, nel 2008, è avvenuta di sabato, molte scuole superiori della regione di Toronto hanno partecipato spegnendo metà delle luci nelle classi durante l'ultima ora di lezione di venerdì 28 marzo 2008. Nonostante lo slogan di Ora della Terra 2008 sia stato ufficialmente "Vedi la differenza che puoi fare", lo slogan ufficiale trasmesso per radio terminava con la dicitura "Città scura, idea chiara".

Tel Aviv ha programmato l'evento per giovedì 27 marzo 2008 per evitare la coincidenza con lo Shabbat.[19] Dublino ha spostato l'evento tra le 21:00 e le 22:00 a causa della posizione geografica settentrionale.[20]

Risparmio di energia[modifica | modifica sorgente]

Secondo WWF Thailandia, Bangkok ha diminuito l'utilizzo di elettricità di 73,34 megawatt, equivalenti a 41,6 tonnellate di diossido di carbonio.[21] Il Bangkok Post ha invece fornito dati differenti, pari a 165 megawatt risparmiati e 102 tonnellate di diossido di carbonio in meno. Il risultato fu più negativo rispetto a una iniziativa simile sponsorizzata dal comune di Bangkok nel maggio 2007, quando furono risparmiati 530 MW e 143 tonnellate di diossido di carbonio.[22] Toronto ha risparmiato 900 MW di elettricità; comparando il dato alla richiesta energetica appena prima dell'inizio di Ora della Terra, è stato risparmiato il 5% dell'elettricità (8,7% se misurato rispetto a una richiesta media di energia di una notte di marzo).[23]

Celebrazioni nel mondo[modifica | modifica sorgente]

Critiche[modifica | modifica sorgente]

Sono state mosse delle critiche all'iniziativa[27] sulla sua effettiva riduzione delle emissioni di carbonio, sull'effettiva riduzione del consumo di elettricità e sulla sponsorizzazione dell'evento.

Misure della riduzione dell'utilizzo dell'elettricità[modifica | modifica sorgente]

Secondo i dati di EnergyAustralia, il consumo di elettricità è diminuito del 10,2% durante l'ora rispetto alle aspettative, considerata l'ora, le condizioni atmosferiche e le medie dei consumi degli ultimi quattro anni. L'Herald Sun ha tradotto il dato in "48.613 automobili in meno sulle strade per un'ora".[28]

Il dato del 10,2% è stato contestato in un'analisi dettagliata di David Salomon, uno studente dell'Università di Chicago. Solomon ha utilizzato i dati del consumo di elettricità degli scorsi otto anni per concludere che Ora della Terra ha favorito il calo di consumo solo del 6,33% e, tolti altri fattori potenziali, solo del 2,10%, "statisticamente indistinguibili dallo zero".[28] In alcune aree dell'emisfero boreale, il tramonto si è verificato alle 20:00, diminuendo i vantaggi dell'evento.[29]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Ora della Terra - WWF
  2. ^ Toronto News: Earth Hour's bright lead-up - thestar.com
  3. ^ Belfast’s city lights go out for Earth Hour 2009 - Local & National, News - Belfasttelegraph.co.uk
  4. ^ Press release March 2009 - UNEP to observe Earth Hour in support of action on climate change - United Nations Environment Programme (UNEP)
  5. ^ U.N.'s Participation in Earth Hour Is Full of Hot Air, Critics Say | Fox News
  6. ^ Earth Hour - Earth Always :: Sydney Media, Sydney, 18 maggio 2007.
  7. ^ a b More than just an hour - Simple things you can do each day, WWF. URL consultato il 29 marzo 2008.
  8. ^ Earth Hour, Google. URL consultato il 29 marzo 2008.
  9. ^ The Weather Network - Earth Hour 2008, The Weather Network. URL consultato il 30 marzo 2008.
  10. ^ Cities - Earth Hour 2008, WWF. URL consultato il 20 marzo 2008.
  11. ^ Someone get the lights, Toronto Star, marzo 2008, pp. X6-7.
  12. ^ Indonesia Businesss Supporters - Earth Hour 2008, WWF. URL consultato il 29 marzo 2008.
  13. ^ a b Ora Pamantului - Earth Hour 2008. URL consultato il 20 marzo 2008.
  14. ^ Index - Tudomány - Ma este sötétebb lesz
  15. ^ Trondheim kommune - Earth Hour 2008, Trondheim kommune, marzo 2008. URL consultato il 20 marzo 2008.
  16. ^ "Falmouth joins 'Earth Hour' lights-out event"
  17. ^ VOCM, marzo 2008. URL consultato il 20 marzo 2008.
  18. ^ Nate Tyler, Lights Out San Francisco. URL consultato il 29 marzo 2008.
  19. ^ Oakland Ross, Tel Aviv rock concert gets power from pedals in Toronto Star, 28 marzo 2008, pp. A1, A10. URL consultato il 29 marzo 2008.
  20. ^ Patty Winsa, Someone get the lights in Toronto Star, 27 marzo 2008. URL consultato il 29 marzo 2008.
  21. ^ Canadians go dark with world for Earth Hour, CBC News, marzo 2008. URL consultato il 30 marzo 2008.
  22. ^ Lights out campaign disappointing: Bangkok helps save very little energy, Bangkok Post, marzo 2008. URL consultato il 30 marzo 2008.
  23. ^ Toronto hits energy target, Toronto Star, marzo 2008. URL consultato il 30 marzo 2008.
  24. ^ Lights Out for Asia in 'Earth Hour' in Associated Press, marzo 2008. URL consultato il 20 marzo 2008.
  25. ^ Mitch Potter, Scandinavia darkens in Toronto Star, marzo 2008. URL consultato il 29 marzo 2008.
  26. ^ Furtado headlines free Earth Hour concert in Toronto, CBC News, marzo 2008. URL consultato il 29 marzo 2008.
  27. ^ Building-in Earth Hour, 24 hours a day’. URL consultato il 20 marzo 2008.
  28. ^ a b David Soloman, Rage, rage against dimming of the light, The Australian, 9 maggio 2007. URL consultato il 20 marzo 2008.
  29. ^ SkyNews: The Canadian Magazine of Astronomy & Stargazing, March/April 2008, page 37, "Earth Hour too early?"

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]