Ora blu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L’ora blu è un termine che ha origine dal francese, heure bleue, e che viene utilizzato sia nella poetica che nell’ambito della tecnica fotografica per indicare un particolare momento della giornata che intercorre durante il crepuscolo.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

L’ora blu identifica una particolare condizione della naturale luce solare che si verifica, al tramonto o all’alba, in situazione di crepuscolo, quando il sole è sotto l’orizzonte.

L’orario, la durata e l’intensità del fenomeno cambiano a seconda delle stagioni, delle latitudini e delle condizioni meteo.

L’ora blu nella fotografia[modifica | modifica wikitesto]

Il Colosseo (Roma) durante l'ora blu

L’ora blu, in fotografia, crea un’ambientazione molto ricercata che permette di ottenere particolari effetti di contrasto non ottenibili altrimenti. Una tale situazione si verifica perché in quei particolari momenti, la luce è caratterizzata da una temperatura più fredda e da una bassa energia che, in termini pratici, si traducono in soggetti con numerose penombre, colori de-saturati e più freddi (tranne dove influenzati dalle luci artificiali) e cielo blu intenso.

Generalmente, una fotografia scattata durante l’ora blu è utilizzata proprio per far risaltare sul cielo blu intenso dei soggetti statici e non troppo illuminati artificialmente. Il risalto è dato soprattutto dalla differenza di colori mentre la staticità e la tipologia di illuminazione sono dei vincoli legati alla situazione. La staticità è generalmente una conseguenza della scarsità di luce intensa e della necessità di utilizzare delle esposizioni lunghe mentre, la limitata illuminazione artificiale è necessaria per mantenere la gamma dinamica della luce entro valori scalabili dal sensore della macchina fotografica (altrimenti si rende necessaria la tecnica dell’HDR).

Tipici soggetti fotografici da blue hour sono monumenti, skyline, paesaggi marini con elementi in primo piano, silhouette con forme particolarmente interessanti.

L’ora blu nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

La particolarità del fenomeno dell’ora blu influenza numerosi campi della cultura popolare umana, e non è difficile trovare alberghi e ristoranti in varie città del mondo che portano il nome L’Heure Bleue. L’ora blu è anche un tema comune a numerosi brani musicali, a romanzi, film e concezioni artistiche di vario genere ad essa intitolati o ispirati.

Musica[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

  • La prima parte del film del 1987, 4 aventures de Reinette et Mirabelle, di Éric Rohmer
  • Il film 1991 di Marcel Gisler
  • La serie Jul i Blåfjell (Christmas in Blåfjell) che associa poteri particolari all'ora blu - blåtimen (1999)
  • The Blue Hour film del 2007 con Alyssa Milano

Letteratura[modifica | modifica wikitesto]

Arte[modifica | modifica wikitesto]

Quello dell'ora blu è un concetto spesso espresso dall'artista Belga Jean Fabre[4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L'Heure Bleue testo
  2. ^ Blue Hour, HarperCollins, 2003, ISBN 0-06-009912-7.
  3. ^ Gorey, Edward, Fantod Press / Gotham Book Mart, 1975.
  4. ^ Troubleyn Jan Fabre Performing Arts. URL consultato il 9 novembre 2006.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

fotografia Portale Fotografia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fotografia