Opopanax chironium

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Opopanax chironium
Opopanax chironium 2007-06-02 (flower).jpg
Opopanax chironium
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Asteridi
Ordine Apiales
Famiglia Apiaceae
Genere Opopanax
Specie O. chironium
Nomenclatura binomiale
Opopanax chironium

Opopanax chironium, noto comunemente come mirra dolce[1] o mirra bisabololo, è una pianta che cresce da uno a tre metri di altezza con rizoma grosso, lungo fino a 60 centimetri[2], e produce una grande infiorescenza gialla. La pianta prospera in climi caldi come l'Iran, l'Italia, la Grecia, la Turchia e la Somalia, ma riesce a crescere anche in climi più freschi, benché gli opoponax coltivati in questi climi vengono visti come di qualità inferiore.

Può essere estratta dall'opoponaco una resina di consumo, tagliando la base dello stelo ed essiccando al sole il liquido giallo-dorato che ne fuoriesce. Anche se spesso le persone trovano il suo sapore acre e amaro, la resina può essere bruciata come incenso per produrre un profumo simile al balsamo o alla lavanda. La resina è stata utilizzata nel trattamento degli spasmi, ed in precedenza anche come emmenagogo, nel trattamento di asma, infezioni croniche viscerali, isteria e ipocondria. L'opoponaco è utilizzato anche nella produzione di alcuni profumi.

Anche la dicitura Opoponax è ampiamente utilizzata, ad esempio in [3]. L'OED segnali opopanax come dicitura principale, ed opoponax come variante registrata già dal diciannovesimo secolo.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Opoponax (sweet myrrh) in Scents of the Earth. URL consultato il 15 dicembre 2005.
  2. ^ Opoponac su Enciclopedia Treccani
  3. ^ Opoponax in Botanical.com. URL consultato il 15 dicembre 2005.
  4. ^ opopanax in Oxford English Dictionary. URL consultato il 27 dicembre 2009. (subscription required)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Botanica