Operazione Friction

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Operazione Friction
parte della Guerra del Golfo
Data agosto 1990 - febbraio 1991
Luogo Iraq
Esito Vittoria delle forze ONU
Schieramenti
Canada Canada
(Parte della Coalizione ONU)
Iraq Iraq
Comandanti
Kenneth J. Summers
(dal 6 novembre 1990)
Duncan Miller
(dal 16 gennaio 1991)
Sconosciuti
Effettivi
4 500 uomini,
2 cacciatorpediniere
2 squadroni aerei e 33 aerei da trasporto
Sconosciuti
Perdite
Nessuna vittima Sconosciute
Voci di operazioni militari presenti su Wikipedia

L'Operazione Friction è un'operazione militare con la quale il Canada contribuì alle operazioni Desert Storm e Desert Shield inviando 4 500 uomini in Iraq tra l'agosto 1990 e il febbraio 1991 con un picco di 2 700 uomini nel gennaio 1991.

Durante la guerra nessun militare canadese perì ma molti finita la guerra soffrirono della sindrome della guerra del Golfo.

Prima della guerra[modifica | modifica wikitesto]

Precedentemente lo scoppio della guerra la Marina canadese occupò due cacciatorpediniere, la HMCS Terra Nova e la HMCS Athabaskan, nel blocco navale ai danni dell'Iraq assieme alla Marina americana. Ad esse si unì successivamente la nave ausiliaria HMCS Protecteur che ebbe il compito di consegnare rifornimenti e di supporto medico alle truppe distaccate sul Golfo Persico

Durante la guerra[modifica | modifica wikitesto]

Dopo l'autorizzazione dell'Onu ad impiegare forze militari per mettere fine all'occupazione del Kuwait l'Aviazione canadese inviò in Qatar due squadroni di CF-18 Hornet (simili agli F/A-18 Hornet americani) e costruì un ospedale militare sempre in Qatar per far fronte alle eventuali vittime dei combattimenti.

Le operazioni offensive canadesi durante il conflitto furono le ultime dopo la Guerra di Korea.

Componenti delle forze impiegate[modifica | modifica wikitesto]

Quartier Generale[modifica | modifica wikitesto]

Il Quartier Generale canadese fu insediato il 6 novembre 1990 e fu guidato dal Commodore (Contrammiraglio) Kenneth J. Summers.

Operazioni navali[modifica | modifica wikitesto]

Quando le ostilità iniziarono, il 16 gennaio 1991, il Captain (Capitano di vascello) Duncan Miller divenne comandante delle operazioni logistiche internazionali nel Golfo Persico. La HMCS Terra Nova e la HMCS Athabaskan vennero impiegate per scortare le navi ospedali americane USHS Comfort and USHS Mercy. La HMCS Protecteur rifornì molte navi in tutto il golfo.

Operazioni aeree[modifica | modifica wikitesto]

Le forze aeree canadesi fornirono supporto alle forze aeree e terrestri della Coalizione pattugliando la zona nord e centrale del Golfo Persico e proteggendo le basi a terra e le forze navali dagli attacchi aerei iracheni. Successivamente i canadesi scortarono i bombardieri su obiettivi strategici e loro stessi (gli CF-18 Hornet) effettuarono 56 bombardamenti contro le truppe irachene.

I canadesi impiegarono anche molti aerei da trasporto:

L'ospedale da campo[modifica | modifica wikitesto]

Un solo ospedale da campo venne inviato dai canadesi. Venne stanziato in Arabia Saudita vicino alla 1ª Divisione corazzata britannica. Entrò in servizio il 25 febbraio 1991 fino al 4 marzo dello stesso anno.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • The Canadian Way of War: The Legacy of Operation FRICTION and the Gulf War - LCdr Richard H. Gimblett - Université Laval / NDHQ Directorate of History & Heritage
  • Operation FRICTION - Jean Morin, Richard Gimblett

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

guerra Portale Guerra: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di guerra