Opera creativa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L’opera creativa, anche opera dell’ingegno di carattere creativo, è l’oggetto tutelato dalla legge sul diritto d'autore.

« Formano oggetto del diritto di autore le opere dell’ingegno di carattere creativo che appartengono alle scienze, alla letteratura, alla musica, alle arti figurative, all’architettura, al teatro e alla cinematografia, qualunque ne sia il modo o la forma di espressione.[1] »

La protezione del diritto d’autore ha due scopi: innanzitutto favorisce e incentiva il lavoro e gli investimenti volti alla realizzazione e alla diffusione delle opere, garantendo la libera circolazione delle informazioni e delle idee in esse contenute; in secondo luogo permette di riconoscere all’autore la proprietà intellettuale dei risultati del lavoro creativo.

Opere tutelate[modifica | modifica wikitesto]

Come descritto negli articoli 1 e 2 della legge italiana sul diritto d’autore, si definisce opera dell’ingegno di carattere creativo qualunque forma di espressione appartenente alla letteratura, alla musica, alle arti figurative, all'architettura, al teatro e alla cinematografia; come specificato dalla Convenzione di Berna per la protezione delle opere letterarie e artistiche, le opere letterarie comprendono anche le applicazioni software e le banche dati. Nonostante l’eterogeneità delle opere elencate sono presenti caratteri e requisiti di proteggibilità comuni a tutte le tipologie.

L’elenco di opere presentato negli articoli è dettagliato e non specifica la rigidità con cui deve essere applicato. La maggior parte dei giuristi lo considera di carattere meramente esemplificativo e sostiene che la tutela possa essere estesa a opere nuove che non rientrano nei campi elencati. Un’altra parte individua nell’elenco un carattere tassativo e afferma che il diritto d’autore deve essere applicato solo se l’opera appartiene a uno dei campi specificati.[2]

Questo dibattito riguarda quindi la proteggibilità di creazioni rese possibili dall’evoluzione dei mezzi di espressione e dallo sviluppo della tecnica: si pensi alla fotografia e alla cinematografia nel passato, o ai programmi per computer nei giorni nostri. Per queste tipologie di opere è spesso molto difficile individuare gli elementi tipici comuni alle opere indicate negli elenchi, ma la nozione di opera dell’ingegno è sufficientemente ampia ed elastica da poter tener conto delle evoluzioni. Nell’articolo 1 viene specificato “qualunque ne sia il modo o la forma di espressione”, che comprende qualsiasi mezzo di cui l’opera si avvalga, quindi anche mezzi espressivi nuovi.

Opere non tutelate[modifica | modifica wikitesto]

Come specificato dagli articoli 3 e 4, sono tutelate anche le opere collettive e le elaborazioni creative. Le opere creative, invece, non comprendono le interpretazioni o esecuzioni artistiche poiché non presentano un carattere creativo. Esse sono protette dai cosiddetti “diritti connessi al diritto d’autore”.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ art. 1, legge n. 633/1941
  2. ^ Il diritto d'autore nella circolazione giuridica (P. Auteri)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

diritto Portale Diritto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diritto