Open design

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
RepRap, la stampante 3D esempio di progettazione aperta

L'Open design o progettazione aperta è lo sviluppo di prodotti fisici, macchine e sistemi attraverso l'uso di informazione progettuale condivisa pubblicamente. Questo processo è facilitato da Internet è spesso è conseguito senza alcun compenso monetario. Gli obiettivi e la filosofia sono identici all'Open Source ma risiede in un differente paradigma.

I principi dell'open design derivano dai movimenti open source e del software libero. Nel 1997 Eric S. Raymond, Tim O'Reilly and Larry Augustin definiscono l'Open Source come un'espressione alternativa di Software libero, nel 1997 Bruce Perens pubblicò la definizione di Open Source.

Iniziative[modifica | modifica sorgente]

L'Open design è un movimento ancora alle prime armi consistente di diverse e separate iniziative.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Don Tapscott, Anthony D. Williams, Wikinomics. La collaborazione di massa che sta cambiando il mondo, Bergamo, Bur, febbraio 2010, ISBN 9788817038942.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]