Onicolisi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Onicolisi
Codici di classificazione
ICD-9-CM (EN) 703.8
ICD-10 (EN) L60.1

Per onicolisi in campo medico, si intende il distacco della lamina (l’unghia) dal letto, ovvero dalla sua normale posizione. Tale spostamento può essere distale o avvenire lateralmente, può anche avvenire con episodi isolati non coinvolgendo le rimanenti unghie. L’onicolisi è una forma di onicopatia (malattia della lamina).

Evoluzione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo di insorgenza[modifica | modifica wikitesto]

La persona si accorge di tale fenomeno quando la linea di demarcazione si estende deformandosi, aumento la porzione libera. Inizialmente non da alcun fastidio al soggetto che può anche non accorgersi del procedimento.

Periodo finale[modifica | modifica wikitesto]

Solitamente il distacco della lamina dal letto ungueale aumenta progressivamente, si fa più irregolare, e se raggiunge la parte denominata lunula può portare al distacco dell’intera lamina. La sovrainfezione microbica da parte di batteri e funghi è frequente, e determina solitamente un'evidente alterazione cromatica.

Eziologia[modifica | modifica wikitesto]

La causa dell'onicolisi può essere infettiva, oppure rappresentare un conseguenza di malattia concomitante, come la psoriasi. Anche taluni farmaci come la tetracicline, sono stati segnalati come possibile causa di onicolisi.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Tullio Cainelli, Riannetti Alberto, Rebora Alfredo, Manuale di dermatologia medica e chirurgia terza edizione, Milano, McGraw-Hill, 2004, ISBN 978-88-386-2387-5.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina