One Piece: La spada delle sette stelle

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
One Piece: La spada delle sette stelle
Op-lsdss.png
Zoro alle prese con la Spada sacra
Titolo originale ONE PIECE 呪われた聖剣 (ONE PIECE Norowareta seiken?)
Lingua originale giapponese
Paese di produzione Giappone
Anno 2004
Durata 95 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1.78:1
Genere animazione, azione, avventura, commedia, fiabesco
Regia Kazuhisa Takenouchi
Sceneggiatura Yoshiyuki Suga
Produttore Ryuichi Sugimoto
Casa di produzione Toei Animation
Distribuzione (Italia) Mediaset
Character design Noboru Koizumi
Animatori Noboru Koizumi
Musiche Kouhei Tanaka, Shiroh Hamaguchi
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

One Piece: La spada delle sette stelle (ONE PIECE 呪われた聖剣 ONE PIECE Norowareta seiken?) è il quinto film ispirato alla serie anime e manga One Piece di Eiichiro Oda. Il titolo originale è traducibile con "La maledizione della spada sacra".

Il film è uscito nei cinema giapponesi il 6 marzo 2004 classificandosi terzo nella prima settimana[1] ed incassando in totale 18.000.000.000 di yen (circa 13 milioni di euro)[2]. È stato pubblicato in DVD il 21 luglio 2004[3]. Il film è stato anche doppiato in lingua italiana e trasmesso su Italia 1, diviso in parti di circa 20 minuti, dal 5 al 19 marzo 2009. Il doppiaggio italiano presenta diversi errori, tra i quali l'uso del termine dollari al posto dei berry e l'affermazione che Crocodile sia il capo della Flotta dei 7.

Si può mettere cronologicamente tra l'avventura ad Alabasta e quella di Jaya.

Trama[modifica | modifica sorgente]

La storia di questo film si svolge sull'isola di Aska dove è custodita la leggendaria spada delle sette stelle sulla quale, però, incombe una terribile maledizione. Una volta ogni cento anni, la Luna diventa rossa e gli abitanti dell’isola narrano che, da essa, la spada attinga un potere inimmaginabile, tale da poter soggiogare il mondo e, solo grazie alla clemenza degli dei che vegliano su Aska, gli isolani ottennero tre gemme sferiche che, nel momento del bisogno, impediscono alla spada di impregnarsi del potere della Luna Rossa.

Qualche tempo prima dello sbarco della ciurma di Cappello di Paglia, l'isola era stata fatta oggetto di un sacco da parte di pirati ed un giovane, Saga, per difendere una ragazza, Maya, utilizza la spada diventandone, però, succube. Sbarcato sull’isola, Zoro si addentra da solo nella giungla. Scoprirà che, sull’isola, vi è dislocata una base della Marina e che a capo di essa c’è Saga, il ragazzo con la spada delle sette stelle, nonché, come si scopre, un vecchio amico di Zoro, infatti, si conoscono fin dall’infanzia. Saga chiede a Zoro di rubare i tre gioielli dal villaggio e Zoro acconsente. Le sfere, infatti, non possono essere toccate da chi possiede la spada delle sette stelle e, tolti di mezzo i gioielli, non ci sarà nulla che potrà ostacolare Saga dall’ottenere il massimo potere dalla Luna Rossa, ormai prossima. Zoro riuscirà nel suo intento e getterà in un pozzo le gemme che, però, saranno in seguito ritrovate da Rufy ed Usop, dispersi in grotte sotterranee. Durante la notte di Luna Rossa, la spada inizierà ad assorbire il potere e, sebbene, all’inizio, le gemme, ritrovate e consegnate a Maya, produrranno una barriera, alla fine, i tentativi saranno infruttuosi e Saga farà assorbire alla spada tutto il potere della Luna trasformandosi in un guerriero fortissimo e senza scrupoli. Il duello finale vedrà coinvolti Saga e Zoro, quest’ultimo riuscirà a sconfiggerlo. Saga, non più posseduto dalla spada, per sdebitarsi di tutto il male che ha procurato, decide di dare una mano a Maya ed al suo villaggio devastato dai combattimenti.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

Ciurma di Cappello di Paglia[modifica | modifica sorgente]

Monkey D. Rufy (モンキー・D・ルフィ Monkī D. Rufi?)
Roronoa Zoro (ロロノア・ゾロ Roronoa Zoro?)
Nami (ナミ Nami?)
Usop (ウソップ Usoppu?)
Sanji (サンジ Sanji?)
TonyTony Chopper (トニートニー・チョッパー Tonītonī Choppā?)
Nico Robin (ニコ・ロビン Niko Robin?)

Personaggi esclusivamente del film[modifica | modifica sorgente]

Maya[modifica | modifica sorgente]

Maya (マヤ?) è una ragazza che vive in un villaggio dell'isola Aska. Ha i capelli blu raccolti in due trecce e veste una tonaca antica tipica della sua gente. Vive con sua nonna Baba, che chiama sempre nonnina, e Lacos, uno dei guerrieri del villaggio. Viene incontrata dalla ciurma di Rufy quando questi sta cercando Zoro, misteriosamente scomparso. In seguito, aiuterà lui e la sua ciurma a combattere Saga, vecchio amico di Zoro, il quale è caduto sotto l'incantesimo maledetto della spada delle sette stelle. Possiede alcuni poteri magici grazie ai quali riesce a controllare la barriera emessa dai gioielli di Aska.

Baba[modifica | modifica sorgente]

Baba (イザヤ Izaya?) è un'anziana donna che vive sull'isola Aska. È la nonna di Maya e l'ha cresciuta fin da quando era piccola. Insieme a lei, cerca di fermare la maledizione della spada delle sette stelle raccontando la storia ai membri della ciurma di Rufy. È molto bassa e gobba e porta con sé un bastone come appoggio; in realtà, è molto alta e tende a raddrizzarsi quando succede qualche avvenimento particolare che la lascia scioccata.

Toma[modifica | modifica sorgente]

Toma (トウマ Touma?) è un giovane spadaccino che fa parte della Marina e viene incaricato da Saga di cercare Zoro insieme a Bismark e Boo Kong. Porta la classica divisa dei marine, ma si differenzia da essa perché Toma l'ha personalizzata con dei disegni, sia sulla giacca che sul cappello. Viene ipnotizzato dalla spada di Saga che lo rende più forte nell'arte della spada, ma che lo rende anche malvagio. Combatte contro Chopper e Nami e, poi, decide di rimanere sull'isola Aska per aiutare gli abitanti dopo ciò che aveva fatto Saga, il quale era caduto sotto il maleficio della spada maledetta.

Saga[modifica | modifica sorgente]

Saga (サガ?) è il principale antagonista del film. Vive come gli altri sull'isola Aska ed è un vecchio amico di Zoro. Ha i capelli grigi ed una tonaca da samurai. All'inizio viene visto mentre trova la spada delle sette stelle dentro un tempio insieme a Maya quando entrambi vengono inseguiti da dei pirati. Saga viene quasi ucciso, ma, senza saperlo, cade sulla spada che guarisce la ferita e permette, così, di sconfiggere i pirati. Quando incontra Zoro dopo tanti anni, gli spiega che sta cercando i tre gioielli di Aska e che serviranno per farlo tornare in salute. In realtà, Saga vuole cercarli per poi sbarazzarsene in quanto i gioielli costituiscono l'unica fonte che può fermare la spada maledetta. Sotto l'influsso di quest'ultima, decide di prenderne il pieno potere e, per farlo, è deciso anche ad uccidere Zoro, ma Rufy riesce a sconfiggerlo una prima volta distruggendo la spada e, poi, Zoro completa l'opera procurandogli una grossa ferita sul petto poiché l'essenza della spada era entrata dentro Saga. Successivamente, si scusa con tutti i membri del villaggio e decide di aiutarli a ricostruirlo insieme a loro. Saga è un eccellente spadaccino, tanto da competere direttamente con Zoro nonostante abbia una sola spada. Quando la spada si rompe ed entra nel suo corpo, Saga trasforma le sue mani in due potenti spade capaci di creare veloci fendenti d'aria che, però, hanno la stessa potenza della spada delle sette stelle.

Abilità
  • Fuoco del Male (妖火斩 Yōkazan?): Saga lancia un proiettile di fiamme verdi dalla spada.
  • Serpente del Male (妖蛇牙 Yōja Gashūzan?): Saga trasforma la spada delle sette stelle in un serpente composto da fiamme blu ed attacca l'avversario con essa. Il serpente morde l'avversario più volte e gli drena una grande quantità di sangue.

Bismark[modifica | modifica sorgente]

Bismark (ビスマルク Bisumaruku?) è uno dei tirapiedi di Saga che fa parte della Marina. Viene incaricato da quest'ultimo, insieme a Toma e Boo Kong, di trovare Zoro, suo vecchio compagno. Ha lunghi capelli rossi ed indossa una resistente armatura blu che riveste tutto il suo corpo, tranne la testa e la faccia. Sanji, sfruttando questo punto debole, lo sconfigge senza difficoltà mandandolo al tappeto con uno dei suoi calci. Come i suoi compagni, è uno spadaccino. Può diventare più forte se cade sotto l'influsso della spada maledetta.

Boo Kong[modifica | modifica sorgente]

Boo Kong (ブーコング Buu Kongu?) è uno dei tirapiedi di Saga. Anch'egli, come Bismark, fa parte della Marina e viene incaricato di cercare Zoro sull'isola Aska. È molto grosso, ha una pancia enorme ed ha una cicatrice che parte dalla faccia ed arriva fin sotto l'ombelico dovuta, probabilmente, ad una ferita ricevuta in battaglia; inoltre, come arma utilizza una mazza chiodata che, però, usa poco in quanto basa i suoi attacchi sulla forza fisica. Viene sconfitto da Robin che lo blocca e lo fa cadere da un dirupo grazie alla tecnica dei Veinte Fleur.

Ending[modifica | modifica sorgente]

L'ending del film è Ano Basho e degli Harebare.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Boxofficemojo, Japan Box Office - March 6–7, 2004. URL consultato il 24-03-2009.
  2. ^ (JA) Motion Picture Producers Association of Japan, 過去興行収入上位作品 2004年(1月~12月). URL consultato il 24-03-2009.
  3. ^ (JA) Shueisha, ワンピース 呪われた聖剣. URL consultato il 24-03-2009.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]