Omicron Puppis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Omicron Puppis
Mappa della costellazione della PoppaMappa della costellazione della Poppa
Classificazione Subgigante blu
Classe spettrale B1IV:nne
Distanza dal Sole 1401 anni luce
Costellazione Poppa
Redshift 0,000050 ± 0,000067
Coordinate
(all'epoca J2000.0)
Ascensione retta 07h 48m 05,1683s
Declinazione -25° 56′ 13,807″
Lat. galattica 242,2460°
Long. galattica -00,2077°
Dati fisici
Massa
15 M
Velocità di rotazione 375 km/s
Temperatura
superficiale
24.200 K[1] (media)
Luminosità
59.000 L
Dati osservativi
Magnitudine app. +4,5
Magnitudine ass. -3,77
Parallasse 1,32 ± 0,67 mas
Moto proprio AR: -10,22 ± 0,47 mas/anno
Dec: 4,92 ± 0,40 mas/anno
Velocità radiale 15 km/s
Nomenclature alternative
JP11 1598, TD1 11075, ADS 6384 A, Glazar Pup 143, 2MASS J07480517-2556138, UBV M 13657, ALS 14808, GSC 06544-04213, MCW 544, UBV 7531, CCDM J07481-2556A, HD 63462, NSV 3745, uvby98 100063462, CD -25 5081, Hen 3-80, PMC 90-93 4721, CPD -25 2882, HIC 38070, PPM 253217, YZ 115 5511, CSI -25 5081 21, HIP 38070, ROT 6474, [JE82] 347, HR 3034, SAO 174558, GC 10532, IDS 07439-2541 A, GCRV 5197, IRAS 07460-2548, SRS 41734

Omicron Puppis (ο Pup / ο Puppis) è una stella di magnitudine 4,5 situata nella costellazione della Poppa. Dista 1400 anni luce dal sistema solare[2]. Curiosamente presenta la lettera omicron, come ο Velorum, nonostante in origine le due stelle facessero parte di un'unica costellazione, la Nave Argo; sono due quindi le stelle "omicron" nell'insieme delle costellazioni in cui la Nave Argo è stata divisa, mentre negli altri casi le stelle con lettere greche sono divise fra le costellazioni.

Osservazione[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di una stella situata nell'emisfero celeste australe; grazie alla sua posizione non fortemente australe, può essere osservata dalla gran parte delle regioni della Terra, sebbene gli osservatori dell'emisfero sud siano più avvantaggiati. Nei pressi dell'Antartide appare circumpolare, mentre resta sempre invisibile solo in prossimità del circolo polare artico. La sua magnitudine pari a 4,5 fa sì che possa essere scorta solo con un cielo sufficientemente libero dagli effetti dell'inquinamento luminoso.

Il periodo migliore per la sua osservazione nel cielo serale ricade nei mesi compresi fra dicembre e maggio; da entrambi gli emisferi il periodo di visibilità rimane indicativamente lo stesso, grazie alla posizione della stella non lontana dall'equatore celeste.

Caratteristiche fisiche[modifica | modifica wikitesto]

La stella è classificata di tipo spettrale B1IV:nne, è dunque una subgigante blu; possiede una massa 15 volte quella del Sole ed è, considerando la radiazione ultravioletta emessa, 60.000 volte più luminosa[1]. Si tratta di una stella giovane, con un'età di poco superiore ai 10 milioni di anni[3] ed è classificata come una stella Be; come le altre stella di questa categoria ruota velocemente su se stesse, la velocità di rotazione, in una delle più recenti stime, è infatti di 375 km/s, superiore a quella, ad esempio, di Gamma Cassiopeiae, di Pleione e di Achernar[4].

La sua magnitudine assoluta è di -3,77 e la sua velocità radiale positiva indica che la stella si sta allontanando dal sistema solare[2].

ο Puppis ha una compagna visuale di magnitudine 12,6, distante 27,0 secondi d'arco e con angolo di posizione di 198 gradi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Hohle, M. M.; Neuhäuser, R.; Schutz, B. F., Masses and luminosities of O- and B-type stars and red supergiants in Astronomische Nachrichten, vol. 331, nº 4, aprile 2010, p. 349, DOI:10.1002/asna.200911355.
  2. ^ a b Extended Hipparcos Compilation (XHIP) (Anderson+, 2012)
  3. ^ Tetzlaff, N et al., A catalogue of young runaway Hipparcos stars within 3 kpc from the Sun in Monthly Notices of the Royal Astronomical Society, vol. 410, nº 1, gennaio 2011, pp. 190–200, DOI:10.1111/j.1365-2966.2010.17434.x.
  4. ^ Rapidly rotating stars (Van Belle, 2012)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

stelle Portale Stelle: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di stelle e costellazioni