Olio paglierino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'olio paglierino è un olio di colore giallo chiaro, paglierino, di origine vegetale o sintetica, trasparente ed adatto per lucidare e nutrire i mobili, le suppellettili, le perlinature, le porte ed ogni altro serramento purché di legno posto all'interno. Infatti penetra facilmente nelle fibre del legno e le ravviva. Chimicamente è una miscela di alchilobenzoli liquidi sintetici denaturati. Le sostanze contenute sono da considerarsi pericolose ai sensi della Direttiva 67/548/CEE. Non è pericoloso, non è infiammabile, ma è combustibile. L'olio paglierino non è velenoso, essicca senza lasciare patine sulle superfici trattate: si presta pertanto bene al restauro dei mobili di antiquariato. Nella lucidatura dei mobili viene usato anche, in piccole quantità, per far scorrere il tampone o stoppaccio sulle superfici che vengono lucidate a spirito, cioè con gommalacca sciolta nell'alcool etilico o metilico. Assieme ad alcool ed essenza di trementina va a formare la soluzione triplice per la pulitura dei mobili d'epoca senza eliminare la patina. Viene impiegato anche per scurire il legno e per ravvivarlo se sfibrato: il legno trattato assume toni caldi e piacevoli. L'oliatura una volta data, non è reversibile.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia