Olimpiadi internazionali della matematica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Olimpiadi Internazionali della matematica
Logo della competizione
Altri nomi Imo
Sport 3by2white.svg Matematica
Tipo Olimpiadi Scientifiche
Paese SudAfrica
Continente Africa
Luogo Cape Town
Titolo Campione Olimpico
Cadenza annuale
Apertura ottobre
Chiusura maggio
Formula 6 problemi
Sito Internet www.imo-official.org
Storia
Fondazione 1959
Numero edizioni 53
Maggiori titoli Teodor von Burg, Lisa Sauermann, Christian Reiher
Ultima edizione 2014
Edizione in corso 2015
Prossima edizione 2015
Terence Tao, conosciuto per il Teorema di Green-Tao.

Le Olimpiadi internazionali della matematica, abbreviate sovente in IMO, acronimo per International Mathematics Olympiads, il nome in lingua inglese di queste competizione, sono una competizione internazionale di risoluzione di problemi matematici per studenti delle scuole medie superiori che non abbiano compiuto 20 anni, che non siano iscritti a un livello terziario di istruzione, che si svolge annualmente. Esse sono la più antica delle olimpiadi scientifiche.

Le prime olimpiadi si tennero nel 1959 in Romania con la partecipazione di 7 nazioni. Da allora la gara si è tenuta ogni anno, tranne il 1980, e si è estesa a più di 80 nazioni partecipanti di 5 continenti. Ogni nazione può inviare fino ad un massimo di 6 partecipanti (contestants), accompagnati da un caposquadra (team leader), un vice (deputy leader) ed eventuali osservatori. I partecipanti non devono aver compiuto i 20 anni e non devono essere iscritti a nessuna università o ente di istruzione superiore. La competizione è individuale e non ci sono risultati ufficiali per squadre. La squadra italiana è selezionata tramite le fasi nazionali delle Olimpiadi della matematica.

Le olimpiadi consistono nella soluzione di 6 problemi nei domini della geometria, algebra, teoria dei numeri e combinatoria. La gara si svolge in due giornate di 4 ore e mezza ciascuna nelle quali vengono assegnati 3 problemi ciascuna. Le soluzioni devono essere costituite da una dimostrazione completa e dettagliata del problema posto e sono redatte nella lingua madre dei partecipanti. I problemi vengono valutati numericamente da 0 a 7 e quindi il risultato massimo possibile è 42. I problemi sono contrassegnati dalle cifre Q1 Q2 Q3 Q4 Q5 Q6 e sono in ordine crescente di difficoltà.

Nel 2011 Google ha donato 1 milione di dollari all'organizzazione delle Imo per coprire i costi del quinquennio 2011-2015.[1]

Nel 2014 Terence Tao, uno dei maggiori matematici contemporanei, è diventato testimonial della Imo Foundation, la organizzazione non profit che si occupa di organizzare le Imo. Terence Tao è stato il più giovane partecipante ad aver vinto un oro nel 1988 all'età di 12 anni. .[2]

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Al termine della gara viene assegnata:

  • la medaglia d'oro al primo dodicesimo dei partecipanti.
  • la medaglia d'argento al successivo sesto dei partecipanti.
  • la medaglia di bronzo al successivo quarto dei partecipanti.
  • una menzione d'onore agli studenti che non abbiano ricevuto medaglie, ma abbiano risolto perfettamente (voto 7) almeno un esercizio.

Le medaglie vengono dunque assegnate alla metà dei partecipanti.

È frequente che i vincitori delle Olimpiadi internazionali diventino successivamente matematici di rilievo internazionale. Fra i vincitori delle medaglie Fields 2010 Elon Lindenstrauss vinse una medaglia di bronzo nel 1988 per Israele, Ngô Bảo Châu vinse la medaglia d'oro nel 1988 e nel 1989 per il Vietnam, Stanislav Smirnov vinse la medaglia d'oro nel 1986 e nel 1987 per la Russia. Fra i vincitori delle medaglie Fields del 2006 Grigory Perelman aveva vinto una medaglia d'oro nel 1982 per l'URSS, Terence Tao la vinse per l'Australia nel 1988. Fra i vincitori delle medaglie Fields del 2002 Laurent Lafforgue vinse per la Francia due argenti nel 1984 e nel 1985. Si comportò meglio il fratello Vincent Lafforgue che vinse due ori nel 1990 e nel 1991. Timothy Gowers, vincitore della medaglia Fields nel 1988, vinse la medaglia d'oro alle Imo nel 1981 per la Gran Bretagna. Richard Borcherds ha vinto l'oro ha vinto l'oro nel 1978 per la Gran Bretagna. Jean-Christophe Yoccoz vinse la medaglia d'oro nel 1974. Vladimir Drinfeld vinse la medaglia d'oro nel 1969 per l'URSS.
Jeremy Kahn vincitore del Clay Research Award partecipò alle Imo quattro volte per gli Usa. Ben Green in due partecipazioni vinse due argenti per la Gran Bretagna, in seguito ottenne il Clay Research Award per il suo lavoro insieme a Terence Tao. Anche Grigorij Margulis vincitore della Medaglia Fields nel 1990 aveva partecipato alle Imo per l'URSS vincendo un argento. Fra i vincitori del Premio Nevanlinna Peter Shor aveva partecipato alle Imo per gli Usa vincendo un argento, Alexander Razborov aveva vinto un oro per l'URSS. Terence Tao fu il più giovane partecipante in assoluto a vincere una medaglia d'oro alle Imo, all'età di 12 anni.

L'Italia ottiene di frequente risultati di rilievo alle Imo. La prima partecipazione è datata 1967. Al 2013 l'Italia ha partecipato 34 volte. Al 2013 l'Italia ha ottenuto 10 medaglie d'oro, 26 medaglie di argento e 63 medaglie di bronzo. Ha inoltre ottenuto 30 menzioni d'onore. Solo sette ragazze hanno finora partecipato per l'Italia alle Imo. Fra queste, Maria Colombo ottenne tre partecipazioni e una medaglia d'oro, un argento e un bronzo. Federico Glaudo ha partecipato a quattro edizioni ottenendo tre argenti e un bronzo. Anche Andrea Fogari ha collezionato 4 partecipazioni, ottenendo un oro due argenti e un bronzo. Dario Ascari[3] è l'unico italiano ad aver vinto due ori in due partecipazioni, nel 2013 e nel 2014.

Scelta dei problemi[modifica | modifica sorgente]

Ogni paese partecipante può inviare le sue proposte di problemi che vengono selezionate da un comitato del paese organizzatore fino ad arrivare ad una lista più corta (detta shortlist). I capisquadra arrivano qualche giorno prima dell'avvenimento e si riuniscono per effettuare la selezione finale dei problemi tramite votazione. I testi vengono redatti in cinque lingue ufficiali: inglese, francese, spagnolo, russo, cinese. I capisquadra dei singoli paesi poi traducono il testo nella loro lingua madre.

Visto che i capisquadra conoscono in anticipo i problemi, essi non possono avere contatti con i partecipanti fino al termine della gara.

Valutazione dei problemi[modifica | modifica sorgente]

Inizialmente i capisquadra, prima della gara, decidono una tabella di valutazione per i problemi (ad esempio: questa osservazione vale 2 punti, la soluzione di questo caso conta tre punti).

Dopo la gara, la correzione dei problemi di ognuna delle squadre nazionali avviene, problema per problema, attraverso una "contrattazione" tra due rappresentanti del comitato organizzatore (diversi per ognuno dei 6 problemi) e due rappresentanti della nazione in esame (il caposquadra e il vice). Entrambe le parti esaminano gli elaborati dei concorrenti prima della correzione per un primo esame. In particolare, però, i due rappresentanti dell'organizzazione non hanno accesso a una traduzione degli elaborati, quindi diversi dettagli scritti in testo e non in formule potrebbero sfuggire loro durante la prima lettura.

Prossime olimpiadi[modifica | modifica sorgente]

Olimpiadi passate[modifica | modifica sorgente]

I luoghi e giorni in cui si sono svolte le prime competizioni non sono conosciute di preciso in quanto le varie fonti differiscono. Le Imo non si tennero nel 1980.

Note[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

matematica Portale Matematica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di matematica