Oli de Sat

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Oli de Sat
Oli de Sat si esibisce all'Olympia
Oli de Sat si esibisce all'Olympia
Nazionalità Francia Francia
Genere Rock
Alternative rock
Musica elettronica
Periodo di attività 1999 – in attività
Strumento Chitarre, Piano, Tastiere.
Gruppo attuale Indochine
Album pubblicati 7
Studio 3
Live 4
Opere audiovisive 4
Sito web

Olivier Gérard, meglio conosciuto come Oli de Sat (Nancy, 25 settembre 1973), è un compositore, chitarrista e tastierista francese, attuale compositore, assieme a Nicola Sirkis, del gruppo Indochine.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Oli de Sat entra a far parte ufficialmente degli Indochine dal 2002, anno di uscita di Paradize, l'album che segna la rinascita del gruppo, di cui lui compone la quasi totalità delle musiche.[1]

Gérard aveva già in passato lavorato con la band alla realizzazione delle copertina di Satellite (è in questa occasione che nasce lo pseudonimo Oli de Sat). Successivamente inviò a Nicola Sirkis i propri remix fatti su vecchi pezzi della band, che però rimasero sulla scrivania del leader della band per molti mesi prima di essere ascoltati. Quando finalmente, dopo molte insistenze del giovane Gérard, il cantante li ascolta, questo si rende subito conto delle grandi potenzialità del ragazzo e gli affida il compito di arrangiare alcuni pezzi di Dancetaria, album in cui Gérard si occupa parzialmente delle chitarre e delle tastiere.[2] Ormai a bordo della nave Indochine, questa volta con un ruolo più importante, svolge il suo lavoro durante il tour di Dancetaria dietro le scene.

Quando nel 2001 Jean-Pierre Pilot, compositore del gruppo, se ne va, Gérard prende il suo posto. Egli fa il suo debutto sulle scene nel tour di Paradize, dove si occupa delle chitarre, affiancando Boris Jardel prima chitarra del gruppo, e delle tastiere.[1]

Oltre a conoscere molto bene la musica degli Indochine, di cui è fan, Gérard conosce e ama il gothic e l'industrial (in particolare Marilyn Manson e i Nine Inch Nails).[2] Ciò influenza moltissimo la sua scrittura e porta un'aria di modernità ai pezzi della band, che supera in tal modo le difficoltà vissute negli anni novanta.[1] È sposato e ha una bambina dell'età di Théa, la figlia di Nicola. Sua moglie Valérie è una illustratrice e ha lavorato alle illustrazioni della seconda ristampa del libro Les Mauvaises nouvelles di Nicola Sirkis edita nel 2005. Quando non è impegnato con la band lavora ai suoi remix.

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Con gli Indochine

Strumentazione[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c Le site officiel d'Indochine.
  2. ^ a b Le hors série Rolling Stone spécial INDOCHINE.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]