Olga di Württemberg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Olga di Württemberg nel 1896

Olga Alessandrina Maria, duchessa di Württemberg (tedesco: Olga Marie Alexandrine von Württemberg; 1º marzo 187621 ottobre 1932) è stata duchessa di Württemberg per nascita e principessa di Schaumburg-Lippe per matrimonio.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque a Stoccarda, figlia più giovane del duca Eugenio di Württemberg (1846-1877) e di sua moglie, la granduchessa Vera Constantinovna della Russia (1854-1912). Aveva una sorella gemella, più anziana, Elsa. Non si assomigliavano in quanto Olga era molto più alta di sua sorella e sembrava essere più anziana delle due.

Nel 1877 morì il padre.

Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Ci furono progetti per far sposare la principessa Olga con il principe Massimiliano di Baden, ma egli sposò la principessa Maria Luisa di Hannover. Nel mese di marzo 1898 ci furono voci di fidanzamento con il principe Eugenio di Svezia, il figlio più giovane del re Oscar II di Svezia.

Olga sposò il principe Massimiliano di Schaumburg-Lippe (13 marzo 1871 - 1 aprile 1904) il 3 novembre 1898 a Stoccarda. Massimiliano era il figlio del principe Guglielmo di Schaumburg-Lippe e di sua moglie Batilde di Anhalt-Dessau.

Olga di Württemberg con i suoi figli: il principe Alberto di Schaumburg-Lippe (a destra) e il principe Eugenio di Schaumburg-Lippe (a sinistra).

Il loro matrimonio è durato meno di sei anni. Suo marito morì giovane.

Ebbero tre figli:

  • principe Eugenio di Schaumburg-Lippe (8 agosto 1899 - 9 novembre 1929). Morì all'età di 30 anni, celibe, a Caterham, nel Surrey, in un incidente aereo.
  • principe Alberto di Schaumburg-Lippe (17 ottobre 1900 - 20 maggio 1984). Ha sposato il 2 settembre 1930 la baronessa Walburga von Hirschberg (26 marzo 1906 - 10 aprile 1986). Essi non ebbero figli. Ha avuto una figlia con la baronessa Marie-Gabriele von Pfetten-Arnbach (10 giugno 1927).
  • principe Bernardo di Schaumburg-Lippe (8 dicembre 1902 - 24 giugno 1903) deceduto durante l'infanzia.

Durante il regno dello zar Nicola II le venne concessa la gran croce dell'Ordine di Santa Caterina.