Oleksandr Hvozdyk

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Oleksandr Hvozdyk
Dati biografici
Nome Oleksandr Serhijovič Hvozdyk
Nazionalità Ucraina Ucraina
Altezza 190 cm
Pugilato Boxing pictogram.svg
Dati agonistici
Categoria Pesi mediomassimi
Carriera
Squadre di club
2011- Dynamo Moscow
Incontri disputati
Totali 11
Vinti (KO) 8
Persi (KO) 3
Palmarès
Bandiera olimpica  Olimpiadi
Bronzo Londra 2012 mediomassimi
Statistiche aggiornate al 25 settembre 2012

Oleksandr Serhijovič Hvozdyk, accreditato come Oleksandr Gvozdyk nelle competizioni internazionali (ucr. Олександр Сергійович Гвоздик; Charkiv, 15 aprile 1987), è un pugile ucraino, nella categoria dei pesi mediomassimi, vincitore della medaglia di bronzo alle olimpiadi di Londra 2012.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Hvozdyk è laureato all'Università Nazionale Pedagogica "G. Skovoroda" di Charkiv. Successivamente si è iscritto alla Università Nazionale "Yaroslav il Saggio, Accademia di Legge d'Ucraina"[1].

Inoltre è Maestro dello Sport di Classe Internazionale.

Carriera pugilistica[modifica | modifica sorgente]

Attualmente è allenato da Eduard Karnytsky.

Ha partecipato ad una edizione dei giochi olimpici (Londra 2012), due dei campionati del mondo (Milano 2009, Baku 2011) ed una degli europei (Mosca 2010).

World Series of Boxing[modifica | modifica sorgente]

A partire dalla stagione 2011-2012 è stato ingaggiato dalla squadra della Dynamo Moscow, con i quali combatte nella categoria dei pesi mediomassimi alle World Series of Boxing.

Nel corso della stessa stagione ha raggiunto la finale per squadre, vinta dagli avversari del Dolce & Gabbana Milano Thunder, battendo nell'occasione l'ungherese Imre Szellő con il punteggio di 2-1[2].

Principali incontri disputati[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 25 settembre 2012.

Evento Edizione Categoria Trentaduesimi Sedicesimi Ottavi Quarti Semifinale Finale Pos. Note
Gnome-emblem-web.svg
Mondiali
Milano 2009 Mediomassimi
(-81 kg)
Nikolajs Grisunins
(Lettonia Lettonia)
V 14-6
Faye Assane
(Senegal Senegal)
V RSCI
Rene Krause
(Germania Germania)
P 2-+2
non qualificato [3]
Wikiproject Europe (small).svg
Europei
Mosca 2010 Mediomassimi
(-81 kg)
N.D. Gottlieb Weiss
(Germania Germania)
V RSCI 2
Ainar Karlson
(Estonia Estonia)
P 5-8
non qualificato [4]
Gnome-emblem-web.svg
Mondiali
Baku 2011 Mediomassimi
(-81 kg)
Jovan Young
(Giamaica Giamaica)
V RSCH
Imre Szellő
(Ungheria Ungheria)
V 25-11
Ramil Aliyev
(Azerbaigian Azerbaigian)
V 17-15
Egor Mechoncev
(Russia Russia)
P 21-27
non qualificato [5]
Olympic rings with transparent rims.svg
Olimpiadi
Londra 2012 Mediomassimi
(-81 kg)
N.D. Michail Daŭhaljavec
(Bielorussia Bielorussia)
V 18-10
Osmar Bravo Amador
(Nicaragua Nicaragua)
V 18-6
Abdelhafid Benchabla
(Algeria Algeria)
V 19-17
Adil'bek Nijazymbetov
(Kazakistan Kazakistan)
P 13-+13
non qualificato Bronze medal icon.svg [6]

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

immagine del nastrino non ancora presente Maestro onorario dello sport dell'Ucraina
Ordine al Merito di III Classe - nastrino per uniforme ordinaria Ordine al Merito di III Classe
«Per il raggiungimento di alti risultati sportivi alle Olimpiadi di Londra, ha trovato la dedizione e la voglia di vincere, rafforzando l'autorità internazionale dell'Ucraina»
— 15 agosto 2012[7]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (UK) Олимпиада-2012. Гвоздик Александр, obozrevatel.com, 12 luglio 2012. URL consultato il 25 settembre 2012.
  2. ^ (EN) Risultati dal sito WSB, WSB. URL consultato il 25 settembre 2012.
  3. ^ (EN) World Champs 2009, strefa.pl. URL consultato il 25 settembre 2012.
  4. ^ (EN) European Championships 2010, strefa.pl. URL consultato il 25 settembre 2012.
  5. ^ (EN) AIBA World Boxing Championships Baku 2011. Men's Light Heavy 81kg. Draw sheet., AIBA, 8 ottobre 2011. URL consultato il 25 settembre 2012.
  6. ^ (EN) London 2012. Men's Light Heavy (81kg), london2012.com. URL consultato il 25 settembre 2012.
  7. ^ (UK) Указ Президента України № 474/2012 від 15 серпня 2012 року «Про відзначення державними нагородами України», Sito ufficiale del presidente dell'Ucraina, 15 agosto 2012. URL consultato il 25 settembre 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]