Olaudah Equiano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Olaudah Equiano

Olaudah Equiano, noto anche come Gustavus Vassa (Essaka, 1745 circa – 31 marzo 1797), è stato uno scrittore nigeriano del XVIII secolo.

Nato in Nigeria, visse principalmente nel Regno Unito e nelle colonie britanniche in America.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Frontespizio di The Interesting Narrative of the Life of Olaudah Equiano, 1789

Equiano sostenne di essere nato in un villaggio igbo nei pressi del fiume Niger, in Nigeria.

Da piccolo fu rapito e impiegato come servo domestico in un altro villaggio. A undici anni, fu portato nel Nuovo Mondo e venduto a un certo Michael Pascal, un capitano della Royal Navy, che gli diede nome Gustavus Vassa. Fu poi nuovamente venduto al mercante quacchero Robert King di Filadelfia. King gli insegnò a leggere e scrivere, e gli diede un'istruzione cristiana. A 21 anni, Equiano riuscì ad acquistarsi la libertà con i soldi che aveva messo da parte e i proventi di alcuni commerci. Divenne un navigatore, e girò buona parte del mondo. Giunto finalmente a Londra, si impegnò nel movimento abolizionista e in questo contesto scrisse la propria autobiografia, The Interesting Narrative of the Life of Olaudah Equiano, or Gustavus Vassa the African (1789), che rappresenta uno dei primi esempi di letteratura africana in lingua inglese.

Verso la fine della propria vita, Equiano si trasferì a Soham, e il 7 aprile 1792 sposò una donna bianca di nome Susannah Cullen, da cui ebbe due figlie. Alla sua morte, Equiano lasciò un patrimonio considerevole (date le sue origini), valutato intorno alle 950 sterline (corrispondenti a circa 150.000 euro odierni).

Il dibattito sulle origini[modifica | modifica sorgente]

Vincent Carretta, autore di un saggio su Equiano dal titolo Equiano, the African: Biography of a Self-Made Man (2005), ha sostenuto di aver trovato la prova che Equiano era nato in effetti non in Nigeria, ma nella Carolina del Sud. La questione è controversa, sebbene la maggior parte degli studiosi considerino attendibile l'autobiografia di Equiano.

Opere[modifica | modifica sorgente]

  • L'incredibile storia di Olaudah Equiano, o Gustavus Vassa, detto l'Africano (Epoché, 2008)

Omaggi ad Olaudah Equiano[modifica | modifica sorgente]

In onore di Equiano è stato battezzato un cratere di Mercurio.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 22258358 LCCN: n50027909