Ola Hansson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ola Hansson

Ola Hansson (Hönsinge, 12 novembre 1860Büyükdere, 26 settembre 1925) è stato un poeta, scrittore e critico letterario svedese.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Hansson ha pubblicato il suo primo lavoro Dikter ("Poemi") nel 1884 e Notturno nel 1885. In queste opere, l'autore ha fatto una celebrazione delle bellezze naturali e della cultura popolare della sua provincia natale, Skåne, che si trova nella Svezia meridionale. La sua poesia raffinata non si adattava al realismo svedese degli anni 80/90 del diciannovesimo secolo e quindi la sua opera ha ottenuto poca attenzione. Hansson pubblico nel 1887 "Sensitiva Amorosa", una raccolta di disegni erotici, morbosi che sconvolsero la Svezia del suo tempo. La reazione del pubblico è stata dura, e Hansson lasciato il suo paese per la Germania nel 1889. Avrebbe quindi continuare a vivere all'estero per il resto della sua vita, in paesi come la Svizzera e la Turchia (dove morì).

Opere e idee[modifica | modifica sorgente]

Nel periodo successivo il famigerato "Sensitiva Amorosa" (1887) si proclamò un seguace delle idee di Nietzsche, una visione che rese pubblica con il ciclo di poesie UNG Ofegs visiera (1892). Qui ha espresso il suo disprezzo della folla generale, e la fede nella Übermensch . Hansson, insieme a Georg Brandes, è stato determinante nel richiamare l'attenzione alle opere di Nietzsche in Germania, e ha anche contribuito a pubblicizzare il lavoro di Strindberg in riviste tedesche nel momento in cui quest'ultimo non è stato apprezzato in Svezia. I due uomini divennero rapidamente i nemici, però, dopo Strindberg trasferì a Berlino nel 1892.

In Germania, ha scritto e pubblicato opere in tedesco, danese e norvegese, ad esempio Fatalistische Geschichten (Germania, 1890) che è stato pubblicato lo stesso anno in danese come Skæbnenoveller . Altre opere in lingua tedesca di questo periodo sono Im Huldrebann (1895), Meervögel (1895), Der Weg zum Leben (1896, anche in svedese, Vägen till lifvet , 1896), e Der Schutzengel (1896).

Per un breve periodo ha manifestato l'adesione al cattolicesimo. Questa peculiarità lo ha allienato alla contemporanea Svezia. Ha comunque ottenere qualche riconoscimento in Germania grazie a sua moglie tedesca Laura(1854-1928, pseudonimo di Laura Marholm ), che ha diffuso le opere di Hansson ad un pubblico più vasto.

Eredità[modifica | modifica sorgente]

Fu uno scrittore produttivo e i suoi scritti sono irregolari. Tuttavia, egli è considerato oggi un pioniere nell'ambito della poesia moderna svedese, dato che ha riformulato la poesia della natura, egli è stato talvolta considerato l'unico tra i poeti del fine diciannovesimo secolo, che ha realmente assorbito l'influenza del Simbolismo francese e i sentimenti di "fin-de-siècle". Nel 1906 Vilhelm Ekelund, un grande poeta della prossima generazione, ha pubblicato una poesia "paeanic", salutando lui come simile di Pindaro, il cantore della sua provincia e di un precursore poetica. Ekelund, come Hansson, era nativo della provincia rurale meridionale di Scania e si sentiva in opposizione alle mode letterarie di Stoccolma: pensava che questi aveva respinto Hansson e spinto in esilio lo stesso. Da questo punto in poi, la produzione di Hansson ha cominciato ad essere rivalutata, e nei suoi ultimi anni di un (insoddisfacente) edizione delle sue opere raccolte cominciò ad apparire in Svezia. È rimasto, in particolare, un eroe invocato dagli scrittori di Scania. Nel 1913 ha ricevuto il prima borsa di studio in memoria di Gustaf Fröding, eletto dagli studenti universitari svedesi.

Fonti[modifica | modifica sorgente]

  • Merriam-Webster's Encyclopedia of Literature, p. 513
  • Tigerstedt, E.N. Svensk litteraturhistoria (Solna, 1971)
  • Österling, Anders, Ola Hansson; Minnesteckning (Svenska Akademins Minnesteckningar, Stockholm, 1966)
  • Widell, Arne, Ola Hansson i Tyskland (Uppsala, 1979)

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 7517958 LCCN: n80051275

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie