Ol'ga Chochlova

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Ol'ga Stepanivna Chochlova (ucraino: О́льга Степа́нівна Хо́хлова; russo: О́льга Степа́новна Хо́хлова; Nižyn, 17 giugno 1891Cannes, 11 febbraio 1955) è stata una ballerina russa di origine ucraina, meglio conosciuta come prima moglie di Pablo Picasso e madre di Paulo, il primogenito di Picasso.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Ol'ga voleva diventare una ballerina sin da quando aveva visitato la Francia e visto uno spettacolo di danza di Madame Shroessont . Coronò il suo sogno entrando nel corpo di ballo di Sergej Djagilev.

Il primo spettacolo[modifica | modifica sorgente]

Il 18 maggio 1917 Ol'ga danzò nello spettacolo, Parade al Théâtre du Châtelet - un balletto di Sergej Djagilev, Erik Satie e Jean Cocteau, del quale Pablo Picasso aveva disegnato i costumi e lo scenario. Successivamente Ol'ga lasciò il gruppo, per viaggiare per tutto il Sudamerica, e per convivere con Picasso a Barcellona. La madre del pittore, all'inizio si era allarmata dall'idea che il figlio dovesse sposare una straniera, così Picasso gli donò un dipinto in cui Olga era rappresentata come una ragazza spagnola: Ol'ga Chochlova in Mantilla. Più tardi Ol'ga ritornò con Picasso a Parigi, dove iniziarono a vivere insieme alla Rue La Boétie.

Il matrimonio con Picasso[modifica | modifica sorgente]

Ol'ga sposò Picasso il 18 giugno 1918, in una chiesa russo-ortodossa di Rue Daru; Jean Cocteau e Max Jacob furono testimoni del matrimonio. Nel luglio 1919 Picasso e Ol'ga si recarono a Londra per la prima rappresentazione del balletto di de Falla Le tricorne, per il quale Picasso aveva avuto da Djagilev l'incarico di disegnare i costumi e le scene. Il balletto fu rappresentato per la prima volta al teatro Alhambra di Londra il 22 luglio 1919 e poco dopo replicato con grande successo all'Opéra National de Paris.

La nascita di Paulo[modifica | modifica sorgente]

Il 4 febbraio 1921 Ol'ga diede alla luce un bambino al quale venne dato il nome di Paulo; tuttavia da questo momento la loro relazione cominciò a deteriorarsi. Nel 1927 Picasso iniziò una storia con una diciassettenne ragazza francese, Marie-Thérèse Walter; la storia venne scoperta da Ol'ga nel 1935 quando un amico la informò che la Walter era incinta. Immediatamente, Ol'ga insieme al figlio Paulo lasciò il tetto coniugale e viaggiò verso il sud della Francia, presentando successivamente istanza di divorzio. Picasso rifiutò di dividere equamente le sue proprietà, come richiesto dalla legge francese, così Ol'ga rimase legalmente sposata con lui fino alla sua morte per cancro avvenuta a Cannes, in Francia, nel 1955.

I discendenti[modifica | modifica sorgente]

Paulo, che morì il 5 giugno 1975, si sposò con Emilienne Lotte. Ebbero due figli: Pablito (nato il 5 maggio 1949 - morto suicida il 2 luglio 1973) e Marina (nata il 14 novembre 1950).

Nel 1990, Marina fondò un orfanotrofio a Thu Duc, in Vietnam (ex base militare). Chiamato Il Villaggio dei Giovani, fondato grazie all'eredità di Marina di suo nonno, Pablo Picasso. La fondazione ha anche organizzato la realizzazione di nuovi pozzi artesiani all'interno del Vietnam, manda regolari spedizioni di latte agli orfanotrofi e agli ospedali, concede sussidi per l'agricoltura e borse di studio agli studenti.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 39644771 LCCN: no99010845