Oil for Drugs

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Oil for Drugs è un'indagine antidoping avviata nel 2003 in seguito alla morte sospetta di un ciclista dilettanti. La mera sintetica notizia arrivata alla Procura di Roma vede prima partire una dettagliata delega di indagine stilata dal titolare pubblico ministero, le indagini dall Toscana si estendono nel Lazio poi nell'abruzzo poi in varie parti di Italia , con una serie di perquisizioni dei Nas, estesa infine a 29 provincie, ed ha coinvolto il medico sportivo Carlo Santuccione e un totale di 138 persone.[1]

L'operazione dei Nas[modifica | modifica wikitesto]

Nel maggio 2004 i Nas compiono, dopo una articolta ed estremamente efficace indagine condotta con centinaia di intercettazioni appostamenti e molteplici attività coordinata dal PM. dott. Paolo Ferraro e conclusa in poco più di sei mesi , una massiccia operazione antidoping, perquisendo , impiegato oltre un migliaio di ufficiali sottoufficiali e ed agenti di pg, le abitazioni di ciclisti, atleti, farmacisti e medici sportivi. Vengono sequestrati tra l'altro apiù riprese in forma coperta e poi nella operazione finale, vasti e diversificati prodotti dopanti e prescrizioni mediche.[2] L'indagine che arriva a coinvolgere 137 indagati si estende notevolmente tanto da interessare in altro prosieguo titolari di palestre, camionisti, istruttori e preparatori di body building.

Oltre al medico Carlo Santuccione, tra i nomi coinvolti nell'indagine figurano quelli dei ciclisti Danilo Di Luca, Eddy Mazzoleni e Alessandro Spezialetti, dell'atleta Giuseppe Gibilisco e del consigliere della Federciclismo Maurizio Camerini.[3]

Sospensioni e condanne[modifica | modifica wikitesto]

Nell'ottobre 2007 Danilo Di Luca viene condannato a una sospensione di tre mesi.[4] In dicembre Carlo Santuccione viene radiato a vita dalla professione medica[5] e nel marzo 2008 tre ciclisti amatoriali sono squalificati a vita.[6] Nel giugno 2010 il ciclista Eddy Mazzoleni decide di patteggiare la pena per traffico di sostanze dopanti nelle palestre.[7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Oil for Drug La cronistoria dell'indagine «Quotidiano.net», 5 luglio 2007
  2. ^ Doping: ciclismo e atletica nel mirino «Gazzetta.it», 27 maggio 2004
  3. ^ Doping nello sport italiano una raffica di arresti nel Lazio «Repubblica.it», 10 giugno 2004
  4. ^ Oil for drug, il Tas conferma i tre mesi di squalifica per Di Luca «Spysport.org», 30 aprile 2008
  5. ^ Inibizione a vita per Santuccione «LaStampa.it» 17 dicembre 2007
  6. ^ Oil for drug, squalificati a vita tre ciclisti amatoriali «Spysport.org», 10 marzo 2008
  7. ^ Scandalo doping: 23 condanne. Patteggiamento per Mazzoleni «Ilgiorno.it», 17 giugno 2010

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

ciclismo Portale Ciclismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ciclismo