Ogni maledetta domenica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ogni maledetta domenica
Ogni maledetta domenica (2000).png
Tony D'Amato (Al Pacino) mentre parla alla sua squadra
Titolo originale Any Given Sunday
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 1999
Durata 150 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2.35:1
Genere drammatico, sportivo
Regia Oliver Stone
Soggetto John Logan, Daniel Pyne
Sceneggiatura Oliver Stone, John Logan
Produttore Lauren Shuler Donner, Dan Halsted, Clayton Townsend
Fotografia Salvatore Totino
Montaggio Stuart Levy, Thomas J. Nordberg, Keith Salmon, Stuart Waks
Musiche Richard Horowitz, Paul Kelly
Scenografia Victor Kempster, Derek R. Hill, Ronald R. Reiss, Ford Wheeler
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
« Ogni maledetta domenica si vince o si perde, resta da vedere se si vince o si perde da uomini. »
(Tony D'Amato / Al Pacino)

Ogni maledetta domenica (Any Given Sunday) è un film del 1999 diretto da Oliver Stone.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Miami, Florida. Gli Sharks sono una squadra di football in crisi di risultati dopo la morte dell'anziano proprietario. L'allenatore è Tony D'Amato, un coach vecchio stile, capace e stimato nell'ambiente, spesso osteggiato dal famoso giornalista Jack Rose, ma che non gode più della fiducia della dirigenza, in particolare della giovane presidentessa Christina Pagniacci, figlia del proprietario deceduto ed intenzionata a rinverdire i fasti ed i successi passati e per questo disposta anche a spostare la franchigia da Miami a Los Angeles.

A complicare le cose giungono anche l'infortunio del carismatico quarterback Cap Rooney, le precarie condizioni di salute del linebacker Luther 'Shark' Lavay, che il dottor Harvey Mandrake, medico della squadra totalmente privo di scrupoli, si ostina a fare giocare a dispetto di una frattura al collo, ed il carattere ribelle ed ostile alle regole dell'astro nascente Willie Beaman, sostituto di Cap e, nonostante il grande talento, inviso all'allenatore ed ai compagni di squadra.

Dopo aver mostrato il football nelle sue varie sfaccettature, dal rapporto tra i giocatori allo staff, dalla stampa all'atteggiamento dei politici, e mostrato la faccia nascosta dello sport americano, il film raggiunge il suo apice con l'incontro del primo turno dei play-off a Dallas contro la squadra locale, partita nella quale gli Sharks ottengono la vittoria negli ultimi secondi anche grazie al mutato atteggiamento di Willie.

Nella conferenza stampa che chiude il film, nella quale l'allenatore si dispiace della finale persa contro San Francisco, tutte le divergenze interne che inquinavano l'atmosfera della squadra sembrano ormai appianate con la partenza di D'Amato, dall'anno successivo allenatore della nuova squadra degli Albuquerque Aztecs; a sorpresa egli annuncia che porterà con sé Willie, il quale nel frattempo ha imparato a pensare prima alla squadra che a se stesso, suscitando la rabbia di Christina ed allo stesso tempo assicurandosi un probabile futuro vincente.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Cast[modifica | modifica sorgente]

Cinque Hall of Famer della NFL hanno fatto apparizioni come allenatori avversari: Bob St. Clair, con Minnesota, nella prima gara, Y.A. Tittle, per Chicago, nel secondo match, Dick Butkus, con California, nel road game, Warren Moon, con New York, e Johnny Unitas con Dallas, in una partita di play-off.

Colonna sonora[modifica | modifica sorgente]

  1. Who You Gonna Call - 4:08 (Missy Elliott)
  2. Réunion - 4:41 (Capone-N-Noreaga)
  3. Never Goin' Back - 3:37 (Mobb Deep)
  4. Sole Sunday - 3:59 (Goodie Mob & OutKast)
  5. Shut 'Em Down - 3:20 (LL Cool J)
  6. Shut Up - 4:22 (Trick Daddy, Trina, Deuce Poppi & Co)
  7. Any Given Sunday - 3:59 (Jamie Foxx, Guru & Common)
  8. Whatever It Takes - 4:03 (P.O.D.)
  9. Fuck That - 3:41 (Kid Rock)
  10. Be a Man - 3:18 (Hole)
  11. My Niggas - 1:05 (DMX)
  12. Jump - 4:07 (Mystikal)
  13. Move Right Now - 3:46 (Swizz Beatz, Eve & Drag-On)
  14. Why - 3:15 (Godsmack)
  15. Stompbox - 4:08 (Rob Overseer)
  16. Any Given Sunday Outro - 2:31 (Jamie Foxx)
  17. Use Me - 5:04 (Bill Withers)
  18. Paranoid - 2:52 (Black Sabbath)

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]