Oggetti transizionali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Legenda: (a)madre, (b)figlio, (1)illusione, (2)oggetto transizionale

Nello sviluppo infantile umano, un oggetto transizionale è un qualcosa, solitamente un oggetto fisico, che prende il posto del legame madre-figlio.
Gli esempi più comuni includono bambole, orsacchiotti o coperte.

Eziologia[modifica | modifica sorgente]

Il termine oggetto e/o fenomeno transizionale è stato utilizzato dal pediatra e psicoanalista inglese Donald Woods Winnicott. Egli ha introdotto i concetti di oggetti transizionali e fenomeni transizionali (o esperienze transizionali) riferendosi a un particolare momento dello sviluppo. Per ‘transizionale’ Winnicott intende una fase di sviluppo intermedia fra quella psichica e della realtà esterna, ovvero tra l'erotismo orale del bambino e il rapporto oggettuale vero e proprio. In questa ‘area transizionale’ possiamo individuare gli ‘oggetti transizionali’.

L'oggetto transizionale descrive il viaggio del lattante dal puramente soggettivo (nell'area della sua onnipotenza), all'oggettività.
A questi oggetti i bambini si attaccano profondamente e spesso diventano di importanza vitale, per esempio, nella fase immediatamente precedente al dormire.

Note[modifica | modifica sorgente]

  • Abram, J. (1996). The Language of Winnicott. A Dictionary of Winnicott’s Use of Words, Karnac Books, London
  • Dell’Orto, S. (2003). W.D. Winnicott and the transitional object in infancy. Pediatric Medicine Chirurgic 25(2), 106-112.
  • Mitchell, S. A., Black, M. J. (1995). Freud and beyond: A history of modern psychoanalytic thought. New York: Basic Books.
  • Winnicott, D.W. (1971). Playing and Reality, Routledge, London
  • Young, R. M. (1989). 'Transitional phenomena: production and consumption', in B. Richards, ed., Crises of the Self: Further Essays on Psychoanalysis and Politics. London: Free Association Books, pp. 57-72.
  • Young, R. M. (1994). Mental Space. London: Process Press.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Prospettive psicologiche
psicologia Portale Psicologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di psicologia