Offlaga Disco Pax

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Offlaga Disco Pax
Paese d'origine Italia Italia
Genere Musica elettronica
New wave
Shoegaze
Teatro canzone
Periodo di attività 2003 – in attività
Album pubblicati 3
Studio 3
« Ci hanno davvero preso tutto!![1] »
(Offlaga Disco Pax)

Gli Offlaga Disco Pax sono un gruppo new wave italiano. Il nome deriva da un episodio legato al cantante Max Collini, il quale, persosi nella bassa bresciana in una sera dell'anno 2000, mentre andava ad un concerto ad Orzinuovi, passando per Offlaga rimase tanto colpito dal nome del luogo da proporlo poi agli altri membri della band (Enrico Fontanelli e Daniele Carretti) tre anni dopo. Furono poi Enrico e Daniele ad aggiungere Disco Pax, titolo di una canzone di un gruppo misconosciuto di Reggio Emilia.[2][3]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Esordi[modifica | modifica wikitesto]

Provenienti da Reggio Emilia, si definiscono un "collettivo neosensibilista contrario alla democrazia nei sentimenti".

Nel 2004, da perfetti sconosciuti, il trio ha vinto il Rock Contest di Firenze, storica manifestazione musicale curata dall'emittente toscana Controradio. Con il singolo Robespierre si è aggiudicato il Premio Fandango "Miglior videoclip 2005" (per la regia de Ilpostodellefragole). Nel marzo dello stesso anno pubblicano il loro album d'esordio Socialismo tascabile (Prove tecniche di trasmissione), uscito per Santeria (distribuzione Audioglobe). Il tour di promozione omonimo è durato ininterrottamente dal marzo 2005 a dicembre 2006. Nel 2006 sono stati anche inseriti in scaletta due nuovi brani, Cioccolato IACP e Sensibile, che vedono la loro comparsa nel successivo album del gruppo.

Nel frattempo la band si aggiudica numerosi premi: oltre ai già citati, gli Offlaga sono "miglior gruppo indipendente" per il Meeting delle Etichette indipendenti nel 2005; vincono il Premio Ciampi 2005 per il "miglior disco d'esordio", il premio Fuori dal Mucchio (promosso dalla rivista Il Mucchio Selvaggio come "miglior esordio", il Premio Video Italiano come "miglior video" del 2005 (per Robespierre) e, per MTV Italia sono stati "Best New Act".[4]

Nell'ottobre 2006 il gruppo pubblica Socialismo tascabile nel formato doppio vinile, grazie all'etichetta bolognese Unhip Records (distribuzione Audioglobe).

Bachelite[modifica | modifica wikitesto]

Il cantante Max Collini nel 2008

Nel 2006 iniziano a lavorare sul secondo album, Bachelite, uscito nel febbraio 2008, ancora per Santeria/Audioglobe. L'album viene diffuso anche in vinile su un doppio LP curato, come il precedente, da Unhip Records. Sono stati anche realizzati due videoclip, per i brani Ventrale e Onomastica.

In occasione della realizzazione di questo disco, il regista Pierr Nosari ha girato un documentario dal titolo "OfflagaDiscoPax (rockumentary)", presentato in diversi festival in tutta Italia.[5]

Il tour promozionale del disco si avvale, in una decina di date, della collaborazione del trio d'archi parigino Ginko Narayana, e tocca eventi di rilievo come l'Italia Wave 2009 di Livorno, dove la band ha aperto l'esibizione di Kraftwerk ed Aphex Twin. Il tour si chiude a novembre 2009 dopo quasi cento concerti e cinque esibizioni in altrettanti grandi centri sociali occupati.[6]

Nel 2009 viene rilasciato in tiratura limitata (500 copie) l'EP Onomastica che contiene, oltre alla versione originale dell'omonimo brano presente in Bachelite, anche la versione del videoclip della stessa traccia, riarrangiata con violoncello, viola e violino (rispettivamente suonati da Deborah Walker, Frantz Loirot, Silvia Tarozzi); vi è inoltre una versione riarrangiata con la stessa formazione agli archi di Cinnamon, canzone pubblicata nel primo album.

Partecipano il 25 aprile 2010 al concerto "Materiali Resistenti" a Carpi, da questa esperienza viene pubblicata una compilation nella quale il gruppo è presente con un brano inedito: Isla Dawson, che racconta dei fatti accaduti sull'Isola Dawson.

Durante il Prototipo tour 2010, partito da Torino il 12 novembre 2010, viene rilasciato l'EP autoprodotto prototipo CASIO, stampato in 500 copie numerate e venduto esclusivamente durante il tour stesso. Sono presenti sei tracce (Ventrale, Robespierre, Fermo, Lungimiranza, Tono metallico standard e Onomastica) reinterpretate a base di: Casio VL1, Casio MT 46/45, Casio MT 70, Casio SK 8, Casio Rapman.

Nel luglio 2011 in occasione del Traffic Festival di Torino il gruppo sonorizza il film muto I Mille, che intreccia lo sbarco dei Mille con una storia d'amore.[7][8]

Anni dopo, il 14 dicembre 2013 il cantante Max Collini viene aggredito da Dario Parisini dei Disciplinatha nel backstage di un concerto dei Massimo Volume presumibilmente a causa di vecchie ruggini legate a un verso del brano Sensibile sulla vicenda Mambro/Fioravanti.[9].

Gioco di società[modifica | modifica wikitesto]

Il bassista Enrico Fontanelli nel 2009

Esce il 6 marzo 2012 il nuovo album Gioco di società, a cui seguirà nei mesi successivi un tour italiano con diverse date[10][11]. Il disco, completamente autoprodotto, viene distribuito da Venus e viene reso disponibile in due versioni: CD + digipack e vinile. Viene seguito da un tour nei principali club italiani, curato come sempre da Cyc Promotions.

L'album, registrato nel novembre 2011 presso il Bunker di Rubiera da Andrea Rovacchi, si compone di 9 tracce (8 canzoni e un'introduzione) e viene concepito come un classico 33 giri (durata di 44 minuti circa). Vengono realizzati i videoclip dei brani Parlo da solo per la regia di Luca Lumaca, e Respinti all'uscio (regia del membro della band Enrico Fontanelli). Quest'ultimo brano racconta un concerto dei Police tenutosi il 3 aprile 1980 a Reggio Emilia, città d'origine del gruppo.[12]

Il 4 aprile 2014, tramite una comunicazione su Facebook[13], Max Collini e Daniele Carretti annunciano che Enrico Fontanelli, il bassista del gruppo, è deceduto in seguito ad una malattia.[14]

Stile ed influenze[modifica | modifica wikitesto]

In Socialismo tascabile si trovano nove brani accomunati da basi musicali che ricordano la new wave degli anni ottanta su cui i testi non vengono cantati, bensì recitati, e un filo conduttore caratterizzato da un'"ideologia a bassa intensità", in cui racconti minimali sfiorano o si intrecciano con il tema del socialismo in varie sfaccettature: l'Emilia degli anni settanta, la Praga post-comunista, la storia della piazza Lenin di Cavriago. Per queste ragioni compaiono mentre suonano alcuni dei loro brani nel film-documentario Il sol dell'avvenire - in cui uno dei fondatori delle Brigate Rosse, Alberto Franceschini ritrova alcuni dei suoi vecchi compagni di Reggio Emilia - tratto dal libro Che cosa sono le BR di Giovanni Fasanella. Max è anche uno dei personaggi intervistati nel documentario Finché l'Emilia va[15], che racconta il cambiamento dell'Emilia "rossa" dopo lo scioglimento del PCI.

Non manca, all'inizio di un brano (Cinnamon, che si propone di narrare la storia vista attraverso i chewing-gum), una citazione sonora dei CCCP Fedeli alla linea (Allarme). Proprio ai CCCP il gruppo deve molto ma, pur affrontando lo stesso tema, non lo fa con l'aggressività di Giovanni Lindo Ferretti o di chi crede in un ideale da costruire, ma piuttosto con la rassegnazione ("C'hanno davvero preso tutto!") di chi ammette di non esser riuscito nei suoi intenti. Evidenti quindi le influenze di colossi del synthpop anni '80 quali i Depeche Mode (il cantante cita in una canzone il fatto di indossare una loro maglietta fuori da una discoteca a Praga) ed i Soft Cell. Inoltre, nella loro musica sono presenti numerosi elementi di electroclash, un sottogenere dello stesso synthpop in cui viene fatto un ampio uso di sintetizzatori e drum machine; oltre ai CCCP, sono stati appaiati ad altri gruppi quali Kraftwerk, New Order, Suicide, Joy Division, o i Cocteau Twins; appaiono evidenti le analogie compositive e lo stile tipico sul palco del shoegaze (denominato così proprio per la tendenza degli artisti a guardarsi le scarpe, in realtà dovuta alla necessità pratica di controllare gli effetti sulle chitarre).

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Attuale[modifica | modifica wikitesto]

Ex membri[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

EP[modifica | modifica wikitesto]

Partecipazione a compilation[modifica | modifica wikitesto]

Videografia[modifica | modifica wikitesto]

DVD[modifica | modifica wikitesto]

Videoclip[modifica | modifica wikitesto]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Di loro esiste in circolazione anche un bootleg, registrato a Roma all'epoca degli esordi il 14 settembre 2003. In tale bootleg compare un brano mai pubblicato ufficialmente: "Soap Opera".
  • Il gruppo è legato da una solida amicizia con i colleghi Giardini di Mirò e lo stesso Jukka Reverberi dei GDM ha poi collaborato alle incisioni del secondo disco degli Offlaga Disco Pax e li ha accompagnati anche in alcune date dal vivo durante il secondo tour.
  • Un loro concerto a Parma nel 2006 fu cancellato a seguito di minacce ricevute dai gestori dei locali da parte di componenti Ultras del Parma. Tutto nacque da una citazione di una scritta fatta con lo spray su un viale della città di Reggio Emilia ad opera dei tifosi della Reggiana contro i rivali ducali contenuta nella canzone Robespierre (Una scritta degli Ultras della Reggiana dopo il raid aereo americano su Tripoli negli anni ottanta, diceva: "Grazie Reagan, bombardaci Parma"). Il concerto venne poi recuperato un mese dopo senza alcun problema. La scritta citata nel brano risale al 1986.
  • A Livorno nel luglio 2009 gli Offlaga Disco Pax assieme al trio d'archi Ginko Narayana hanno aperto il concerto dei Kraftwerk e di Aphex Twin in occasione della serata finale di Italia Wave Love Festival 2009 allo stadio Picchi della città labronica davanti a 15.000 persone.
  • È opinione diffusa che i componenti della band siano di Cavriago, quando sono tutti e tre nati e cresciuti a Reggio Emilia. La leggenda nasce da diversi "segnali" lasciati dagli Offlaga nelle loro canzoni: in Robespierre citano Piazza Lenin a Cavriago (mentre il resto della toponomastica appartiene a Reggio Emilia), inoltre Piccola Pietroburgo è riferita proprio a Cavriago e al busto di Lenin nella piazza della città; sembra inoltre che l'errore nasca da una caratteristica legata al primo album Socialismo tascabile (Prove tecniche di trasmissione): nella cartina dell'Emilia contenuta nel booklet è visibile la scritta Cavriago evidenziata con un carattere più grande.
  • 'Disco Pax' era un brano del gruppo reggiano 'Mumble' (da pronunciarsi proprio mumble, all'italiana, e non con la corretta pronuncia inglese 'mʌmbəl) presentato al concorso 'una canzone per la pace' e che destò scalpore per il ritornello "c'ho voglia, disco disco pax" (con la x muta).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Verso tratto dal pezzo "Tatranky"
  2. ^ Intervista a Max Collini in Centro Musica il Cascinetto.
  3. ^ AloneMusic intervista Max Collini degli Offlaga Disco Pax - YouTube
  4. ^ cycopromotions.com
  5. ^ Articolo sull'Offlaga Disco Pax Rockumentary, con frammento video in www.rockit.it. URL consultato il 26 aprile 2009.
  6. ^ [1]
  7. ^ XL speciale Arezzo Wave - Offlaga Disco Pax 4 on Vimeo
  8. ^ Traffic 2011 Torino Free Festival, il programma
  9. ^ radiomusik.it, 18 dicembre 2013, http://www.radiomusik.it/15995/perche-dario-parisini-dei-disciplinatha-ha-aggredito-max-collini-degli-offlaga-disco-pax/.
  10. ^ Offlaga Disco Pax: il nuovo cd Gioco di Società uscirà il 6 marzo - Indie Music
  11. ^ Prime date ufficiali del tour 2012
  12. ^ http://www.rockit.it/offlaga-disco-pax-respinti-uscio-video
  13. ^ sentireascoltare.it
  14. ^ ondarock.it
  15. ^ Trailer del documentario Finché l'Emilia va

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock