Odescalchi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stemma Odescalchi dal Libro d’oro della nobiltà romana

La famiglia Odescalchi o Erba Odescalchi è una casata nobile italiana.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Celebre casata italiana originaria di Como, primeggiò anche in Roma ed in Ungheria. A questa famiglia appartennero il pontefice Innocenzo XI e il principe Livio I che, essendo l'unico erede maschio, perpetuò la casata attraverso l'adozione di Baldassarre Erba - figlio cadetto di Antonio Maria - nipote di Lucrezia Odescalchi che il 4 febbraio 1621 aveva sposato Alessandro Erba.

Linea primogenita (Erba-Odescalchi)[modifica | modifica sorgente]

La linea primogenita della famiglia Odescalchi ottenne i seguenti titoli nobiliari: Nobili Romani, Coscritti della Nobiltà Romana, Patrizi milanesi, Patrizi genovesi, Patrizi onorari di Ferrara, Nobili di Mandonico, Nobili di Ascoli e di Tarquinia, Principi, Principi del S.R.I., Principi di Bassano, Duchi di Sirmio col trattamento di Altezza Serenissima, Duchi di Bracciano, Conti Palatini, Conti di Piasciarelli e Signori di Palo.

Linea secondogenita[modifica | modifica sorgente]

La linea secondogenita della famiglia Odescalchi ottenne i seguenti titoli nobiliari: Nobili col trattamento di Don e Donna. Questo ramo è attualmente suddiviso in due ulteriori casate, quella di Cajo Plinio Odescalchi (Nobili dei Marchesi) e quella di Innocenzo Odescalchi (Nobili). Il ramo secondogenito si è estinto a Como nel 1852.

Personaggi celebri[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  • Scheda Odescalchi del Sistema Informativo Unificato per le Soprintendenze Archivistiche (SIUSA), con bibliografia
Storia di famiglia Portale Storia di famiglia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Storia di famiglia