Oddone di Borgogna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Oddone o Eudes di Parigi (94423 febbraio 965) duca di Borgogna e conte di Auxerre.

Origine[modifica | modifica sorgente]

Oddone nacque nel 944 da Ugo il Grande (895-956), duca di Francia, conte di Parigi e conte di Auxerre e da Edvige di Sassonia (922-965), figlia di Enrico l'Uccellatore, re di Germania.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nel 955 sposò Liutgarda, figlia ed ereditiera di Gilberto di Châlon, conte principale del ducato di Borgogna.

Gilberto di Châlon morì nel 956, dopo aver lasciato tutti i suoi possedimenti a Ugo il Grande, padre di Oddone. Qualche settimana dopo anche Ugo morì e il ducato riacquistò la sua entità individuale. La divisione dell'eredità fu causa di dispute tra due dei tre figli di Ugo[1], Oddone e Ugo Capeto, che alla fine decisero di dividere i possedimenti fra loro. Il ducato di Borgogna e la contea di Auxerre furono assegnati a Oddone, il genero di Gilberto, che, nel 960, fu ufficialmente investito del titolo di duca di Borgogna, dal re di Francia, Lotario IV e divenne Oddone di Borgogna.

Dopo il 956, il re carolingio Lotario IV (941-986) desiderava ridurre la potenza dei robertingi.[2] Approfittando della giovane età di Oddone, gli tolse una parte dei territori del ducato, ma soprattutto conferì potere ai grandi ecclesiastici, come i vescovi di Langres, Noyon e Châlon, che risposero così direttamente al re, scavalcando il duca.

Infine il conte di Digione gli sottrasse la contea di Beaune.

Oddone morì nel 965, lasciando il titolo di duca di Borgogna al fratello, Enrico Ottone il Grande.

Discendenza[modifica | modifica sorgente]

Di Oddone non si conosce discendenza

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Il terzo figlio di Ugo il Grande, Enrico, aveva abbracciato la carriera ecclesiastica.
  2. ^ Oddone aveva ereditato la vasta contea di Borgogna, mentre suo fratello maggiore, Ugo Capeto, il duca dei Franchi aveva ereditato la signoria su tutti i feudi della Neustria, incluso il ducato di Normandia.
Predecessore Duca di Borgogna Successore
Gilberto 956–965 Enrico I

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Louis Halphen, Francia: gli ultimi Carolingi e l'ascesa di Ugo Capeto (888-987), in «Storia del mondo medievale», vol. II, 1999, pp. 636-661