Ochosi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Oxossi (o Oshosi) è un orixà della Santeria cubana. Rappresenta il cacciatore infallibile e va a caccia insieme a Ogun poiché Olofin e Obatalà possano nutrirsi della loro cacciagione. è l'unico Orisha che sia, nel contempo, anche stregone.

Nella danza lo si rappresenta in abiti lilla o violetti con copricapo e borsa tigrati e si esprime mimando le mosse della caccia, ad esempio scoccando una freccia dal proprio arco.

Sacrifici a lui particolarmente graditi sono gli uccelli cacciati, ma anche cervo, galli, polli, jutia, colombi e capre.

È stato trasposto nella religione cattolica con San Norberto o Sant'Alberto. La sua ricorrenza è il 3 novembre, ma viene festeggiato il 6 giugno.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Santeria

Religioni Portale Religioni: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Religioni

Nella sua missione di lavorare per sfamare tutti gli orisha ed in particolare Olofi ed Obatala è aiutato dal fratello Ochosi chiamato Oxosse in Brasile ed il cui nome Osowosi in lingua Yoruba sta al significato di "sentinella notturna popolare". A lui si rivolgono coloro che hanno problemi con la giustizia e del matrimonio. È mago, indovino, guerriero, cacciatore e pescatore e protettore delle operazioni chirurgiche. È rappresentato dal viola e dal giallo, Il verde il nero ed i marrone. I suoi numeri sono il 3, il 7, il 2, il 12,il 21, il 22,il 27, il 32 e il 47. I suoi giorni sono il martedì, il mercoledì e il 4 di ogni mese; la sua festa è il 3 di agosto, il 20 gennaio ed il 29 agosto. I suoi corrispondenti cattolici sono santi minori: S.Norberto a Cuba e S. Pantaleon in Brasile. I suoi animali sono uccelli cacciati, cervi, galli, polli, jutia, colombi e le capre. Indossa una collana di perle blu di Prussia e coralli, talvolta una gonnella di paglia, una bisaccia e porta un arco forgiato in ferro con le frecce. Gli vengono offerti dolciumi, frutta ed una bevanda a base di latte.