Ocean Airlines

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ocean Airlines
Codice IATA VC
Codice ICAO VCX
Descrizione
Hub Aeroporto di Brescia
Flotta 3
Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia

Ocean Airlines era una compagnia aerea cargo con sede a Brescia. Operava per l'Africa e l'Asia. La sua base principale era l'Aeroporto di Brescia. Nell'aprile del 2008 fu messa in liquidazione a causa del fallimento[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La compagnia è stata fondata nel settembre del 2003 e ha iniziato le operazioni nel mese di novembre del 2004. Fu di proprietà di Finrep (40%), Ined Holdings (40%) e ITAL Aviation (20%). Ebbe fino ad un centinaio di dipendenti.

Dopo un grave periodo di recessione, culminato con l'interruzione dei voli nella seconda metà del 2007, si parlò della possibilità di un'importante ri-organizzazione con un nuovo ordine di 6 Boeing 747-200F che sarebbero stati consegnati da parte di Air France a partire dal 2008. Nonostante ciò, l'azienda non riuscì a decollare e in quell'anno fallì.

Destinazioni[modifica | modifica wikitesto]

Boeing 747-200F dell'Ocean Airlines all'Almaty International Airport, Kazakhstan.

Ocean Airlines serviva le seguenti città:

Italia
Africa
  • Luanda (Luanda International Airport)
Asia
  • Abu Dhabi (Abu Dhabi International Airport)
  • Almaty (Almaty International Airport)
  • Bishkek (Manas International Airport), solo per rifornimento di carburante
  • Hong Kong (Hong Kong International Airport)
  • Lahore (Allama Iqbal International Airport)
  • Nagoya (Centrair Chubu International Airport)
  • Shanghai (Shanghai Pudong International Airport)

Flotta[modifica | modifica wikitesto]

La flotta avrebbe dovuto essere costituita dai seguenti aeromobili (a novembre 2007):

ma l'ultimo dei quattro velivoli acquistati da Air France non risulta essere stato ritirato[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fallimento cargo in Corriere della Sera, 30 aprile 2008.
  2. ^ Notizia DedaloNews