O come Otello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
O come Otello
Titolo originale O
Paese di produzione USA
Anno 2001
Durata 95 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Tim Blake Nelson
Soggetto William Shakespeare
Sceneggiatura Brad Kaaya
Fotografia Russell Lee Fine
Montaggio Kate Sanford
Musiche Jeff Danna
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

O come Otello (O) è un film del 2001 diretto da Tim Blake Nelson, adattamento moderno del dramma di William Shakespeare Otello.

Versione ultramoderna, giovane e impetuosa dell'Otello shakespeariano, il film si pone sulla scia di remake come il fortunato Romeo + Giulietta di William Shakespeare.

Trama sintetica[modifica | modifica sorgente]

Il figlio dell'allenatore di una squadra di basket, Hugo in cerca di riconoscimento da parte del padre, cerca di screditare due compagni di squadra Odin e Michael i quali sono leader della squadra e ammirati da suo padre. Odin è fidanzato con Desy figlia del preside della scuola, la ragazza inoltre è segretamente amata da Roger amico di Hugo. Hugo utilizzerà quindi la gelosia di Odin, il folle amore di Roger e la voglia di riscatto di Michael, (espulso dalla squadra per una rissa provocata da Roger) per far ingelosire Odin attraverso una serie di equivoci. Spinto da Hugo, Roger sparerà a Michael e dopo si suiciderà mentre Odin dopo aver strangolato Desy, scoprirà di essere stato raggirato. Cosa farà Odin con la pistola in mano davanti Hugo dopo aver scoperto tutta la verità?


Palmetto Grove University: su un campo di pallacanestro, l’allenatore della squadra di basket della parla ai propri giocatori che a pochi secondi dal termine della partita sono in svantaggio e spiega loro la tattica che dovranno adottare per ribaltare il risultato. I ragazzi, tornati in campo, seguono alla lettera le istruzioni del loro allenatore e vincono la partita. Dopo aver mostrato il titolo del film, la scena torna sul campo di basket della scuola dove viene consegnato a Odin il titolo di miglior giocatore del torneo tra le acclamazioni del pubblico. Dopo la cerimonia i ragazzi organizzano una festa. Hugo, che è il figlio dell’allenatore della squadra di basket in cui gioca e fa uso abituale di sostanze stupefacenti per aumentare le proprie prestazioni fisiche, svela a Roger, suo amico e innamorato di Desy, di essere arrabbiato per il fatto di non essere il capitano della squadra di basket della loro scuola e vuole vendicarsi di Odin e Michael, i suoi due compagni di squadra che ritiene colpevoli di avergli soffiato il ruolo di leader della squadra. Roger, d’accordo con Hugo, fa una chiamata anonima al preside della scuola, che è anche padre di Desy, e gli dice falsamente che Odin ha costretto sua figlia a subire atti sessuali contro la sua volontà. Il giorno dopo Odin viene chiamato a rapporto dal preside che gli spiega la situazione ma il ragazzo respinge ogni accusa, e Desy, entrata successivamente nella stanza del preside, rivela al padre di essere fidanzata con Odin da quattro mesi. Il preside, lasciato solo col ragazzo per chiarire tutto, gli dice si stare attento perché Desy potrebbe ingannare anche lui, con la stessa facilità con la quale è riuscita a nascondergli una storia d’amore che andava avanti da tanto tempo. Odin aiutato da alcuni amici colpisce a pugli Roger e gli intima di non far mai più la spia. Quella sera stessa, Odin entra dalla finestra nella camera di Desy ed Emily per ricevere un po' di coccole dalla propria fidanzata in vista della prima partita di campionato di basket statale che i Palmetto Grove dovranno disputare il giorno successivo, e le dona il proprio fazzoletto che egli aveva ricevuto dalla propria nonna e che per tradizione va tramandato da generazione in generazione, ma poiché considera Desy come una di famiglia, decide comunque di regalarglielo. Il giorno successivo si gioca la partita che viene vinta facilmente dalla squadra di Odin, che pero’ si infortuna in seguito ad una brutta caduta provocata dallo scontro con un avversario. L’infortunio però non è grave ed infatti il ragazzo viene dimesso la sera stessa tra la felicità di tutti. Sempre quella sera i ragazzi decidono di organizzare un’altra festa. Odin dona un anello di fidanzamento a Desy e Hugo escogita un piano per mettere Michael nei guai: lo fa ubriacare e poi chiede a Roger di provocare Michael, che nel frattempo sta corteggiando una ragazza di nome Brandy, allo scopo di far scoppiare una lite tra i due. Ci riesce ed infatti subito dopo Michael aggredisce Roger provocandogli una grave ferita e facendogli perdere molto sangue. Il giorno dopo Odin, Hugo e lo stesso Michael vengono chiamati a rapporto dal loro allenatore che dopo averli ascoltati, decide di far saltare a Michael le due successive partite permettendogli comunque di allenarsi con la squadra. Odin accusa Michael di aver messo la squadra di basket nei guai e rompe la loro amicizia. Viene il giorno della seconda partita del campionato che i Palmetto Grove privi di Michael che segue la partita dagli spalti, vincono rimontando il risultato e durante i festeggiamenti post-partita, Odin nota Michael che abbraccia con trasporto Desy e si ingelosisce. La cosa non sfugge a Hugo che ne approfitta per proseguire nel suo piano di vendetta ed organizza una messinscena allo scopo di far credere ad Odin che Desy lo tradisce con Michael: rapisce il falco che è la mascotte della propria squadra e consiglia a Michael, che vorrebbe tornare a giocare, di diventare il miglior amico di Desy affinché la ragazza parli col proprio fidanzato e quest’ultimo a sua volta chieda all’allenatore di riammettere Michael in squadra. Poi parla con Odin e gli consiglia di tener sotto controllo la propria fidanzata poiché l’ha vista troppe volte insieme a Michael. Infine chiede ad Emily, innamorata di lui, di rubare il fazzoletto che Odin ha donato a Desy. Emily ruba il fazzoletto e lo dà ad Hugo che la ricompensa facendo sesso con lei. Nello stesso istante Odin e Desy fanno l’amore, quando improvvisamente Odin immagina di vedere nello specchio Michael e Desy che copulano, impazzisce dalla rabbia e violenta la ragazza. Il mattino seguente Hugo dà il fazzoletto rubato a Michael consigliandogli di regalarlo a Brendy in modo da far breccia nel suo cuore. Poi durante le lezioni dice ad Odin di aver visto Michal in possesso del fazzoletto avvelenando ulteriormente la mente del ragazzo. Ormai convinto del tradimento di Desy, Odin, quella sera stessa, va nella camera di Desy, che nel frattempo confida ad Emily quanto accaduto la sera prima, pur non volendo ammettere di essere stata stuprata, e le chiede che fine abbia fatto il fazzoletto. Desy, non trovandolo nel cassetto, risponde di non sapere dove si trovi ma Odin le chiede di cercarlo. Scoppia una furiosa lite verbale in cui Odin accusa Desy di tradirlo con Michael ma la ragazza nega il tradimento e gli intima di non rivolgersi mai più a lei in quel modo. Odin va via e da quel giorno inizia anche lui a doparsi. Viene il giorno della terza partita del campionato nazionale di basket. In palestra Hugo rivela falsamente ad Odin che Michael gli ha rivelato di aver fatto sesso con Desy. Odin esplode dalla rabbia e giura vendetta. Prima dell'inizio della partita, c'è la gara delle schiacciate che premierà il giocatore che effettuerà la schiacciata più votata da un'apposita giuria. La gara viene vinta da Odin che, rafforzato dalla droga finora assunta, effettua una schiacciata così potente da sfondare il canestro e ricevere la standing-ovation dal pubblico. Dopodiché afferra la palla, malmena il raccattapalle che era accorso per riprendersela, e dopo aver guardato di traverso Desy e Michael, sfonda la vetrata che sorreggeva il canestro distrutto poco prima, e se ne va tra lo stupore di tutti. Il giorno seguente ci sono gli allenamenti in palestra ma sia Hugo che Odin mostrano scarso rendimento venendo rimproverati dal loro allenatore che invita Odin ad accomodarsi in panchina mentre Michael lo sostituirà in campo. Mentre avviene il cambio, Odin afferra Michael e lo colpisce duramente con pugni e calci. I due vengono poi separati ed Odin va via. Successivamente, Odin va in camera di Hugo che gli rivela falsamente che Michael e Desy sono amanti da un mese e lo chiamano "il negro". Odin non riesce a credere a quest'ultima cosa, ma proprio in quel momento giunge Michael. Hugo gli chiede di attendere per due minuti e poi chiede a Odin di rimanere nascosto in modo da constatare personalmente il tradimento e l'insulto a sfondo razzista. Con una serie di equivoci e doppi sensi, Hugo riesce a far credere a Odin che la sua ragazza lo tradisce realmente. In quel momento giunge Brandy che, avendo saputo a chi apparteneva il fazzoletto, lo restituisce a Michael che a sua volta lo cede ad Hugo. Rimasti soli, Odin allora chiede a Hugo il modo per uccidere Michael. E così si giunge al giorno della quarta partita di campionato di basket nazionale. Dopo aver barattato una pistola col suo orologio d'oro, Hugo spiega a Odin il piano per uccidere Michael: sarebbe andato solo con Michael alla partita mentre Odin avrebbe chiesto a Desy di parlare nella camera della ragazza col pretesto di far pace ed avere un po' di coccole prima della partita, ma col reale scopo di ammazzarla e lasciar ricadere la colpa su Michael lasciando sulla scena del delitto un bicchiere dal quale quest'ultimo avrebbe, in precedenza, bevuto del vino assieme ad Hugo. Giunti in un tratto isolato della strada che porta al campo di gioco, Hugo e Michael si sarebbero fermati per soccorrere un'auto ferma dal cui interno però sarebbe sbucato Roger che avrebbe ammazzato Michael e messo sul suo cadavere il fazzoletto di Odin: la polizia avrebbe così creduto al delitto passionale seguito da suicidio. Quindi decidono di mettere in esecuzione il loro piano che però non avrà l'esito sperato: Roger, infatti, sparerà a Michael ma anziché colpirlo al cuore, lo colpirà alla gamba provocando il fallimento del piano in quanto la polizia non avrebbe più creduto all'ipotesi del suicidio. Hugo allora ammazza Roger allo scopo di far credere che quest'ultimo e Michael si fossero ammazzati a vicenda. Arriva Brendy che però capisce tutto e fugge via. Michael muore dissanguato e Hugo si allontana dal lugo del delitto. Nel frattempo, Odin ammazza Desy. Al campo di gioco dove tutti sono preoccupati per il ritardo dei ragazzi, Emily decide di andare da Desy ma, giunta nella stanza che condivide con l'amica, la trova morta accanto a Odin che le spiega di averla uccisa perché la tradiva con Michael. Hugo e Brendy giungono in camera di Desy ed questo punto tutta la verità viene a galla: Emily, saputo della storia del fazzoletto, confessa di averlo rubato per darlo a Hugo che si vendica ammazzandola. Odin allora capisce di essere stato ingannato da Hugo e, dopo aver chiesto a tutti di dire come erano andate veramente le cose, si suicida sparandosi al cuore per il rimorso di aver ammazzato ingiustamente la donna che amava con tutto se stesso.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema