OLIVIA

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
OLIVIA
Fotografia di OLIVIA
Nazionalità Giappone Giappone
Genere J-pop
Trip hop
Rock
Ambient
Musica elettronica
Alternative rock
Pop rock
Periodo di attività 1996 – in attività dal 1999 come solista

(Dal 1996 al 1998 nelle D&D)

Etichetta Avex Trax (1996 - 2000)

Cutting Edge (dal 2001 in poi)

Album pubblicati 3
Sito web

Olivia Lufkin (オリヴィア・ラフキン Orivia Rafukin?), conosciuta professionalmente come OLIVIA (オリヴィア Orivia?) (Okinawa, 9 dicembre 1979) è una cantautrice giapponese.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Gli esordi con le D&D[modifica | modifica wikitesto]

Madrelingua inglese per via del padre per metà americano e metà tedesco, a 16 anni viene scelta per far parte del gruppo D&D (Dance & Dream) con Aya Uehara e Chikano Higa. Nel 1996 esce il loro primo singolo In your eyes, a cui seguiranno altri 4 singoli (Love is a Melody, Sunshine Hero, Shape up love, Brand new love) e un album di debutto: Love is a Melody - D&D Memorial 1st.

Dopo l'uscita di questo cd la band si divide in 2 nuovi progetti: Olivia avrebbe continuato da solista mentre le altre 2 ragazze avrebbero continuato come Aya&Chika.

Da solista[modifica | modifica wikitesto]

Durante i mondiali di calcio del 1998 viene scelta per cantare la canzone Together Now scritta da Jean Michel Jarre e Tetsuya Komuro e nel 1999 pubblica i primi due singoli I.L.Y. - yokubou e re-ACT scritti sempre da Komuro. In seguito pubblica il singolo Dear Angel composto interamente da lei, con cui dimostra di non avere solo una bella voce ma anche talento come compositrice.

Collabora con Shinya dei Luna Sea per il singolo Dekinai e nel 2000 pubblica il suo primo album Synchronicity[1].

Nel 2003, insieme all'amica Kozue Rin, decide di creare una linea d'abbigliamento: Black Daisy Ville e sempre durante quest'anno viene pubblicato il suo primo mini-album dal titolo Internal Bleeding Strawberry[1].

Con l'uscita di altri 3 mini-album (Merry & Hell Go Round, Comatose Bunny Butcher e The Return of the Chlorophyll Bunny) Olivia pubblica un secondo album: The lost lolli[1]. In questo periodo ad eccezione di pochi concerti, inizia un lungo periodo di pausa che durerà quasi 2 anni e mezzo.

Durante il mese di marzo del 2006 viene annunciato che Olivia avrebbe ripreso la carriera musicale e che avrebbe composto la sigla finale dell'anime di Nana. Così il 28 giugno 2006 esce il singolo A little pain, che sarà seguito dal singolo Wish/Starless Night[1].

Il 28 ottobre, durante il concerto al PMX in America, annuncia la data del suo mini-album: The Cloudy Dreamer, uscito il 17/01/2007[1]. Il mini-album viene promosso dall'uscita del video:Stars Shining Out. Il 28 febbraio esce l'album: Olivia Inspi' Reira (Trapnest), che contiene, oltre le canzoni incise per Nana, canzoni come Recorded Butterflies, Shadow of love, Rock You e Tell me[1].

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

Mini album[modifica | modifica wikitesto]

  • 2003 - Internal Bleeding Strawberry
  • 2003 - Merry & Hell Go Round
  • 2003 - Comatose Bunny Butcher
  • 2003 - The Return of the Chlorophyll Bunny
  • 2007 - The Cloudy Dreamer
  • 2008 - Trinka Trinka

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 1999 - I.L.Y.~Yokubou~ (I.L.Y.~欲望~?)
  • 1999 - re-ACT
  • 1999 - Dear Angel
  • 2000 - Dress me Up
  • 2000 - Dekinai (できない?)
  • 2000 - Color of your Spoon
  • 2001 - Sea me
  • 2002 - Into The Stars
  • 2006 - A little pain
  • 2006 - Wish/Starless Night
  • 2007 - Recorded Butterflies
  • 2009 - Sailing Free'

DVD[modifica | modifica wikitesto]

  • 2006 - VIDEO CLIPS

Compilation[modifica | modifica wikitesto]

  • 2003 - Tuesday Song
  • 2004 - OPTION presents STREAM Z J-LOUD EDITION
  • 2007 - NANA BEST
  • 2008 - FLOWER FESTIVAL~VISION FACTORY presents
  • 2010 - Greatest Hits

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f (JA) (EN) Discografia di OLIVIA avexnet.or.jp. URL consultato in data 21-09-2012

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]