O3b

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Costellazione Satellitare O3b è una costellazione satellitare progettata per le telecomunicazioni e il trasferimento di dati da località remote. Il lancio della nuova costellazione era previsto per il 24 giugno 2013, ma è stato rinviato per forti venti[1] ed è poi iniziato il giorno successivo. Essa sarà composta inizialmente da 4 satelliti, ma in futuro saranno estesi a 12.[2]

La costellazione è di proprietà della O3b Networks.

Satelliti[modifica | modifica sorgente]

I satelliti O3b saranno immessi in orbita circolare intorno all'equatore a un'altitudine di 8063 km (orbita terrestre media) a una velocità di circa 11 755 mi/h (18 917,83872 km/h). Inizialmente, i 4 satelliti saliranno e si stabilizzeranno ogni 45 minuti, ma questo tempo scenderà a 22,5 minuti se si porterà il numero di satelliti a 12, come previsto.[3]

Ogni satellite sarà equipaggiato con 12 antenne di banda Ka completamente orientabili (2 per i gateways, 10 per le connessioni remote) che utilizzeranno uno spettro di 4.3 GHz (2×216 MHz per trave) con un rendimento previsto di 1.2 Gbit/s per trave (600 MBit/s per direzione),[4] per una capacità totale di 12 GBit/s per satellite.[5]. Il primo satellite (PFM) è stato costruito presso il Cannes Mandelieu Space Center, mentre il resto della costellazione viene assemblato, integrato e testato a Roma, presso il Centro di Integrazione Satelliti della Thales Alenia Space Italia.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Internet: nasce la prima costellazione satellitare per la banda larga, Corriere della Sera, 24 giugno 2013. URL consultato il 24 giugno 2013.
  2. ^ (EN) O3b.
  3. ^ (EN) iDirect's Interoperability with O3b's MEO Satellite System.
  4. ^ (EN) O3b Networks Presentation, O3b Networks, 23 febbraio 2009. URL consultato il 9 gennaio 2013.
  5. ^ (EN) O3b website - Our technology, O3b Networks. URL consultato il 9 gennaio 2013.