Nyctalus aviator

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Nyctalus aviator
Immagine di Nyctalus aviator mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 NT it.svg
Prossimo alla minaccia (nt)[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Laurasiatheria
Ordine Chiroptera
Sottordine Microchiroptera
Famiglia Vespertilionidae
Sottofamiglia Vespertilioninae
Genere Nyctalus
Specie N.aviator
Nomenclatura binomiale
Nyctalus aviator
Thomas, 1911
Sinonimi

N.molossus

Nyctalus aviator (Thomas, 1911) è un pipistrello della famiglia dei Vespertilionidi diffuso in Asia orientale. [1][2]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Dimensioni[modifica | modifica sorgente]

Pipistrello di medie dimensioni, con la lunghezza della testa e del corpo tra 80 e 106 mm, la lunghezza dell'avambraccio tra 58 e 64 mm, la lunghezza della coda tra 45 e 62 mm, la lunghezza del piede tra 12 e 17 mm, la lunghezza delle orecchie tra 16 e 23 mm.[3]

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

La pelliccia è corta, densa, vellutata e si estende sulle ali fino all'altezza dei gomiti e delle ginocchia. Il colore generale del corpo è bruno-giallastro scuro con la base dei peli più scura. Il muso è largo, dovuto alla presenza di due masse ghiandolari ai lati e con le narici proiettate in avanti e verso l'esterno, separate da un solco profondo. Le orecchie sono corte, triangolari e ben separate, con l'estremità arrotondata e l'antitrago basso e lungo che si estende in avanti fino all'angolo posteriore della bocca. Il trago è molto corto, con l'estremità arrotondata, i bordi concavi e la base ricoperta di peli lanosi. Le membrane alari sono lunghe, sottili, nerastre e attaccate posteriormente alla caviglia. Le zampe sono corte e robuste. La punta della coda si estende leggermente oltre l'ampio uropatagio, il quale è ricoperto di peli alla base. Il calcar è lungo e carenato.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

Si rifugia durante tutto l'anno nelle cavità degli alberi in particolare di latifoglie dove forma piccoli gruppi fino a 10 individui di entrambi i sessi. Entra in ibernazione da metà ottobre a fine aprile. Durante l'estate, forma vivai di sole femmine, mentre i maschi tendono a vivere in piccoli gruppi separati. L'attività predatoria inizia tra 5 minuti a 20 minuti dopo il tramonto e termina prima dell'alba. Si interrompe durante il cattivo tempo. Il volo è lento ed irregolare ed effettuato a 5-30 metri dal suolo.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Si nutre di insetti volanti, particolarmente ditteri, lepidotteri e coleotteri catturati molto in alto nella foresta.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Gli accoppiamenti avvengono a fine settembre o agli inizi di ottobre. L'aspettativa di vita è di circa 6 anni.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Questa specie è diffusa nelle province cinesi dell'Heilongjiang, Jilin, Henan, Zhejiang, Anhui; Penisola coreana, Siberia occidentale e isole giapponesi di Honshu, Hokkaido, Shikoku, Kyushu, Iki, Fukue e Tsushima.

Vive nelle foreste decidue montane.

Stato di conservazione[modifica | modifica sorgente]

La IUCN Red List, considerato che i vivai sono altamente vulnerabili a causa della perdita del proprio habitat e del disturbo arrecato dall'uomo, classifica N.aviator come specie prossima alla minaccia (NT).[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (EN) Tsytsulina, K. 2008, Nyctalus aviator in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Nyctalus aviator in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Smith & Xie, 2008, op. cit.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • M. Yoshiyuki, A Systematic study of the Japanese Bats, National Science Museum, Tokyo, 1989.
  • Andrew T.Smith & Yan Xie, A guide to the Mammals of China, Princeton University Press, 2008, ISBN 9780691099842.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi