Nuova Democrazia Serba

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nuova Democrazia Serba
Нова српска демократија
Leader Andrija Mandić
Stato Montenegro Montenegro
Fondazione 2009
Sede Podgorica
Ideologia Conservatorismo nazionale,
Unionismo serbo-montenegrino.
Collocazione Centro-destra
Coalizione Fronte Democratico
Seggi Assemblea del Montenegro
8 / 81
Sito web nova.org.me

La Nuova Democrazia Serba (serbo: Нова српска демократија / Nova srpska demokratija, NSD o NOVA) è un partito politico serbo in Montenegro, formato il 24 gennaio 2009 come una fusione del Partito Popolare Serbo e del Partito Socialista del Popolo del Montenegro.

Immaginato come una ampia coalizione di partiti filo-serbi del Montenegro, centrata attorno alla "Lista Serba", include potenzialmente anche il Partito Serbo Democratico, nonché diverse organizzazioni serbe politico-culturali. Tuttavia, la fusione è stata più limitata, in quanto solo Partito Popolare Serbo, Partito Socialista del Popolo del Montenegro e l'Organizzazione della Matica delle Bocche di Cattaro, sono giunte a un accordo di fusione. Durante il processo di fusione, una frazione della Lista serba guidata dall'ex vicepresidente Dobrilo Dedeić, rifiutò il progetto formando la Lista Nazionale Serba.

La Nuova Democrazia Serba è guidata da Andrija Mandić, ex-leader della "Lista Serba". Mandić ha cercato di trasformare la "Lista Serba" in un partito, al fine di accrescere il potenziale di coalizione del partito. Questa idea è stata accolta con la forte resistenza di tutti i partecipanti in trattative per una fusione.

La formazione del nuovo partito è considerato un discreto successo, il partito ha conquistato 8 seggi nelle elezioni parlamentari del 2009, in calo di 4 seggi rispetto al suo predecessore la Lista serba.

Alle elezioni del 2012, entra a far parte del Fronte Democratico, confermando i suoi 8 seggi nel parlamento.