Nun komm, der Heiden Heiland BWV 62

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nun komm, der Heiden Heiland
Bach.jpg
Johann Sebastian Bach
Compositore Johann Sebastian Bach
Tipo di composizione cantata
Numero d'opera BWV 62
Epoca di composizione 1724
Prima esecuzione 3 dicembre 1724
Durata media circa 18 minuti
Organico

soprano solista, contralto solista, tenore solista, basso solista, coro, violino I e II, oboe I e II, viola e basso continuo.

Movimenti

6

Nun komm, der Heiden Heiland (in tedesco, "Ora vieni, salvatore delle genti") BWV 62 è una cantata di Johann Sebastian Bach.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La cantata Nun komm, der Heiden Heiland venne composta da Bach a Lipsia nel 1724 e fu eseguita il 3 dicembre dello stesso anno in occasione della prima domenica di avvento. Il libretto è tratto da testi di Martin Lutero per il primo e l'ultimo movimento e da testi di autori anonimi per i rimanenti. La cantata venne replicata a Lipsia fra il 1732 ed il 1735.

Il tema musicale deriva dall'inno Nun komm, der Heiden Heiland, composto da Martin Lutero e basato sul secondo verso del Veni, redemptor gentium di Sant'Ambrogio.

Struttura[modifica | modifica sorgente]

La cantata è composta per soprano solista, contralto solista, tenore solista, basso solista, coro, violino I e II, oboe I e II, viola e basso continuo ed è suddivisa in sei movimenti:

  1. Coro: Nun komm, der Heiden Heiland, per tutti.
  2. Aria: Bewundert, o Menschen, dies große Geheimnis, per tenore e orchestra.
  3. Recitativo: So geht aus Gottes Herrlichkeit und Thron, per basso e continuo.
  4. Aria: Streite, siege, starker Held, per basso, archi e continuo.
  5. Recitativo: Wir ehren diese Herrlichkeit, per soprano, contralto, archi e continuo.
  6. Corale: Lob sei Gott, dem Vater, g'ton, per tutti.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica