Numero di Eötvös

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

In fluidodinamica il numero di Eötvös (Eo) è un numero adimensionale che prende il nome da Loránd Eötvös.

Insieme al numero di Morton può essere utilizzato per caratterizzare la forma di una sfera di fluido (ad esempio una bolla d'aria o una goccia d'acqua). Il numero di Eötvös può essere visto come il rapporto fra le forze di galleggiamento e la tensione superficiale.

\mathrm{Eo}=\frac{\Delta\rho \,g \,L^2}{\gamma}

Numero di Bond[modifica | modifica wikitesto]

Il numero di Bond è definito come il rapporto tra la gravità e la tensione superficiale:

{\rm Bo} = \frac{\rho g L^2}{\gamma}

dove:

  • ρ = densità del fluido (kg · m−3)
  • L = diametro idraulico o lunghezza caratteristica (m)

Il numero di Bond è un gruppo adimensionale che indica l'importanza relativa tra la forza di gravità e la tensione superficiale a cui è sottoposto un fluido. Ad esempio, in un sistema microfluidico la cui lunghezza caratteristica Dh è dell'ordine dei micrometri (10−6 metri), il numero di Bond sarà proporzionale a (10−6)2 ovvero 10−12; questo ci dice che per le microscale, essendo Bo molto piccolo, sono prevalenti le tensioni superficiali rispetto alla forza peso. Questo è uno dei principali motivi per cui, ad esempio, gli insetti riescono a "scalare i muri".

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • R. Clift, J.R.Grace, M.E. Weber, Bubbles Drops and Particles, Academic Press New York, 1979, p. 26

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

fisica Portale Fisica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fisica