Numen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Numen, plurale Numina, era il termine latino (da cui deriva l'italiano Nume) per esprimere la potenza divina. Il significato iniziale di cenno divino e quindi di volontà divina si estese per metonimia ad esprimere il concetto di divinità stessa.

Il riferimento non è a un dio specifico, ma a un'entità superiore indefinita e potente, tipico della fase più arcaica della religione latina e romana, legata ai fenomeni naturali nei quali era intravista la potenza divina, il numen appunto, non necessariamente personificata in un dio preciso, ma diffusa negli elementi naturali, come il tuono o il fulmine, ma anche nei bacini lacustri o nelle foreste, resi sacri dalla presenza divina (come nel caso del lago di Nemi, al centro di un culto antichissimo sovrinteso da un re sacro). Al sistema di divinità indeterminata e diffusa appartenevano i lari e i penati, protettori delle famiglie e delle città. In taluni casi il numen prendeva la forma di una divinità personificata, ne sono esempio:

Nel tempo alcune di queste divinità sotto l'influenza della mitologia greca vennero ad assumere un carattere sempre più personificato, perdendo parte del loro aspetto naturale, ma per lungo tempo la religione tradizionale romana, soprattutto nel suo sostrato più profondo, rimase pervasa della presenza di queste forze indefinite.

Nell'età imperiale il concetto di numen venne utilizzato nel culto imperiale per riferirsi al Genio dell'Imperatore, cioè lo spirito tutelare della persona dell'imperatore cui era rivolto il culto imperiale. In tal modo fu possibile tributare all'imperatore un carattere religioso tipico della tradizione orientale del re-dio, ma altrimenti non concepibile nella religione romana, dove non sarebbe stato concepibile attribuire un carattere divino ad una persona vivente.

Concetti culturali simili[modifica | modifica wikitesto]

Il concetto di una divinità diffusa, di un'energia soprannaturale permeante tutte le cose viventi e gli elementi naturali sembra essere un archetipo universale manifestatosi in numerose religioni, soprattutto antiche, e sistemi filosofici e metafisici.

Analoghi al numen romano riscontriamo in altre culture:

Antica Roma Portale Antica Roma: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Antica Roma