Nu, pogodi!

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Template-info.svg
Il Lupo (Volk) come appare nell'episodio 14.

Nu, pogodi! (in russo: Ну, погоди![?]) è un cartone animato sovietico sviluppato in serie di brevi episodi diretto da Vjačeslav Kotënočkin e prodotto dallo studio statale Sojuzmul'tfil'm di Mosca tra il 1969 e il 1986. Una seconda serie è stata prodotta in epoca post-sovietica, tra il 1995 e il 2004, ed una terza serie è in produzione dal 2005 per la regia di Aleksej Kotënočkin, figlio del defunto Vjačeslav.

Il titolo originale, da pronunciare quasi come nu, pagadì significa qualcosa come "ebbene, la vedremo!", dall'uso simile all'espressione italiana "me la pagherai!".

Gli episodi ruotano attorno ai tentativi del Lupo (Волк, Volk) di catturare la Lepre (Заяц, Zajac) - presumibilmente per mangiarla - attraverso diversi espedienti, in maniera molto simile a quanto visto nelle serie animate di Wile E. Coyote e Bip Bip oppure Tom e Jerry. I due personaggi non hanno un nome esplicito.

La somiglianza con i cartoni animati statunitensi è ammessa dallo stesso regista, che ebbe modo di visionare le pellicole portate in Unione Sovietica dalla Germania al termine della seconda guerra mondiale.

Vi sono pochissime battute negli episodi, invece ricchi di rumori, grugniti, risate, canzoni. Il "marchio di fabbrica" della serie è la battuta finale, pronunciata dal Lupo al fallire dei suoi piani, da cui il titolo della serie stessa "Ну заяц, ну, погоди!" ("Lepre, me la pagherai!").

Molte delle azioni sono sincronizzate con musiche ben riconoscibili, che vanno dalla musica classica ai successi "pop" dell'epoca.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

I personaggi sono essenzialmente due: il Lupo - con la voce di Anatoli Papanov - e la Lepre - con la voce di Klara Rumjanova.

La produzione della serie fu sospesa alla morte di Papanov. La serie del 1993 fa ricorso alla voce di Papanov campionata a partire dai materiali d'archivio conservati presso la casa di produzione.

Nella serie del 2005 le voci sono di Igor Khristenko (il Lupo) e Olga Zvereva (la Lepre).

Il Lupo[modifica | modifica sorgente]

Il Lupo è raffigurato con lo stereotipo del teppista: forte fumatore, vandalo (ad esempio quando distrugge scientemente opere d'arte in un museo), violatore sistematico di leggi minori e regolamenti.

Il Lupo mostra durante gli inseguimenti e tranelli che tende alla Lepre, abilità straordinarie in diverse arti: pattinaggio di figura, balletto classico, valzer. Il Lupo sa suonare la chitarra e portare pesanti motociclette. A completamento del ritratto del "pessimo soggetto", nel primo episodio fischietta una canzone di Vladimir Vysockij deprecata all'epoca dalle autorità sovietiche. Tuttavia, nonostante le sue abilità, i suoi piani sistematicamente falliscono e gli si ritorcono contro.

Col procedere delle puntate, la sua immagine di cattivo viene progressivamente stemperata. Nel ventesimo episodio, non fuma più, ma succhia brevemente un lecca-lecca.

La Lepre[modifica | modifica sorgente]

La Lepre rappresenta la polarità positiva della coppia dei personaggi, ma compare molto meno spesso in scena; molta della sua azione è la mera reazione ai piani del Lupo - spesso scappando e nascondendosi in modi ingegnosi.

Analogamente a quanto avviene anche nei cartoni animati di produzione statunitense sopra citati, la simpatia del pubblico è rivolta principalmente al Lupo. Solo negli ultimi episodi il suo personaggio acquista un maggiore spessore, in un episodio arriva persino a salvare la vita del Lupo.

Gli altri[modifica | modifica sorgente]

Gli altri occasionali personaggi che compaiono negli episodi sono tutti animali. Ricorrono più spesso un corpulento ippopotamo spesso nel ruolo di poliziotto, custode del museo o negoziante e un gatto prestigiatore.

Episodi[modifica | modifica sorgente]

Gli episodi di Nu, pogodi! erano in origine identificati da un numero. La serie è composta da 20 episodi che vanno dal 1969 al 2006. L'anno tra parentesi è quello della prima trasmissione televisiva:

  • Città & Mare (1969)
  • La Fiera di Notte (1970)
  • Strada (1971)
  • Allo Stadio (1971)
  • Città (1972)
  • Campagna (1973)
  • Viaggio al Mare (1973)
  • Festa di Capodanno (1974)
  • Studio Televisivo (1976)
  • Al Cantiere (1976)
  • Al Circo (1977)
  • Il Museo (1978)
  • Giochi Olimpici (1980)
  • Centro di Attività di Studio Per Ragazzi (1984)
  • Casa della Cultura (1985)
  • Nel mondo dei Racconti Popolari Russi (1986)
  • Isola delle Terre Esotiche (1994)
  • Supermarket (1995)
  • Spiaggia (2005)
  • La Comunità della Dacia (2006)

Esiste inoltre un episodio promozionale in cui compaiono alcuni vecchi personaggi sovietici (uno tra i tanti è Čeburaška) pubblicato nel 1981 e intitolato "Gli Episodi Perduti", composti da tre sequenze inedite della durata di dieci minuti ciascuna.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Animazione Portale Animazione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Animazione