Nowhere in Africa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nowhere in Africa
Titolo originale Nirgendwo in Afrika
Paese di produzione Germania
Anno 2001
Durata 141 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Caroline Link
Soggetto Stefanie Zweig
Sceneggiatura Caroline Link
Fotografia Gernot Roll
Montaggio Patricia Rommel
Musiche Niki Reiser
Scenografia Susann Bieling e Uwe Szielasko
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

Nowhere in Africa (Nirgendwo in Afrika) è un film di Caroline Link che ha vinto l'Oscar al miglior film straniero.

Trama[modifica | modifica sorgente]

La storia è tratta dal romanzo autobiografico omonimo di Stefanie Zweig e narra di una famiglia ebrea tedesca che lascia la Germania nel 1937, prima dello scoppio della seconda guerra mondiale. Lui, Walter Redlich, avvocato, non può più esercitare e parte per il Kenia dove lo raggiungono la moglie Jettel e la figlia Regina, ancora piccola.

Seguono numerose vicende che delineano il diverso modo dei tre di adattarsi alla nuova vita e anche l'evolversi dei loro rapporti con la popolazione indigena locale, in particolare con il cuoco Owuor. Colpisce, tra l'altro, l'atteggiamento sprezzante che inizialmente Jettel ha verso gli indigeni, paragonato in una scena da Walter a quello dei nazisti.

Le truppe inglesi di stanza a Nairobi giocano un ruolo nell'evolversi della storia. I componenti della numerosa comunità ebreo-tedesca, inizialmente trattati come "nemici" in quanto tedeschi, sono in seguito riconosciuti come perseguitati in quanto ebrei. Walter si arruola nell'esercito britannico, Regina frequenta la scuola inglese, mentre Jettel continua a portare avanti la fattoria di un inglese.

Il film cerca di esplorare anche i difficili rapporti tra moglie e marito, divisi tra la preoccupazione per i parenti in Germania e le difficoltà della vita di tutti i giorni. Al termine della guerra la coppia, dopo essersi quasi irreparabilmente allontanata, si ritrova, ancora innamorata. Walter, che è rimasto un idealista, alla fine convincerà le due donne, ora entrambe riluttanti a lasciare il Kenia, a ritornare nella nuova Germania, dove farà il giudice e cercherà di costruire un paese migliore.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema