Nothoprocta pentlandii

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Tinamo delle Ande
NothoproctaPentlandiSmit.jpg
Nothoprocta pentlandii
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Paleognathae
Ordine Tinamiformes
Famiglia Tinamidae
Sottofamiglia Rhynchotinae
Genere Nothoprocta
Specie N. pentlandii
Nomenclatura binomiale
Nothoprocta pentlandii
(G.R.Gray, 1867)
Sinonimi

Rhynchotus pentlandii

Il tinamo delle Ande (Nothoprocta pentlandii (G.R.Gray, 1867)) è un uccello della famiglia dei Tinamidi.[2]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Lunghezza: 25,5–30 cm.[senza fonte]
Peso: 260-325 g.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

La specie è presente in Ecuador meridionale, Perù, Bolivia occidentale, estremo Cile settentrionale, Argentina nord-occidentale e centrale.

Sistematica[modifica | modifica sorgente]

Sono note 7 sottospecie:

  • Nothoprocta pentlandii ambigua Cory, 1915 - diffusa in Ecuador meridionale e Perù nord-occidentale
  • Nothoprocta pentlandii doeringi Cabanis, 1878 - diffusa in Argentina centrale
  • Nothoprocta pentlandii fulvescens Berlepsch, 1902 - diffusa in Perù sud-orientale
  • Nothoprocta pentlandii mendozae Banks & Bohl, 1968 - diffusa in Argentina centro-occidentale
  • Nothoprocta pentlandii niethammeri Koepcke, 1968 - diffusa in Perù centro-occidentale
  • Nothoprocta pentlandii oustaleti Berlepsch & Stolzmann, 1901 - diffusa in Perù centrale e meridionale
  • Nothoprocta pentlandii pentlandii (Gray, GR, 1867) - diffusa in Bolivia occidentale, Argentina nord-occidentale e Cile settentrionale

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) BirdLife International 2012, Nothoprocta pentlandii in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Tinamidae in IOC World Bird Names (ver 4.2), International Ornithologists’ Union, 2014. URL consultato il 5 maggio 2014.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Maria Koepcke "Die Rassengliederung von Nothoprocta pentlandii (Tinamidae) in Peru mit Beschreibung einer neuen subspezies" Bonn. zool. Beitr. 19: 225-234 (1968)

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli