Nothomyrmecia macrops

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Nothomyrmecia macrops
Prionomyrmex macrops
Stato di conservazione
Status iucn2.3 CR it.svg
Critico[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Phylum Arthropoda
Subphylum Tracheata
Superclasse Hexapoda
Classe Insecta
Sottoclasse Pterygota
Coorte Endopterygota
Superordine Oligoneoptera
Sezione Hymenopteroidea
Ordine Hymenoptera
Sottordine Apocrita
Sezione Aculeata
Superfamiglia Vespoidea
Famiglia Formicidae
Sottofamiglia Myrmeciinae
Genere Nothomyrmecia
Specie N. macrops
Nomenclatura binomiale
Nothomyrmecia macrops
Clark, 1951
Sinonimi

Prionomyrmex macrops

Nothomyrmecia macrops Clark, 1951, è una specie di formica nota anche come formica dinosauro, sviluppatasi durante il tardo Cretacico. È l'unica specie del genere Nothomyrmecia.[2]

Questa specie è limitata ai boschi di eucalipto situati vicino Poochera, in Australia centro-meridionale. È considerata dagli entomologi come un fossile vivente; N. macrops è infatti la più primitiva specie di formica.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Le operaie di N. macrops hanno un aspetto fisico vespoidale. Esse sono caratterizzate da occhi composti sviluppati e da un addome presentante una parte posteriore flessibile. Il torace, irregolare, presenta un pronoto leggermente rialzato rispetto all'epinoto, mentre le mandibole sono di grandi dimensioni rispetto al capo. Le regine di P. macrops hanno molte caratteristiche in comune con le operaie, sebbene presentino, a differenza di queste, ocelli sulla parte superiore del capo.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Le colonie di N. macrops sono di piccole dimensioni, e comprendono qualche decina di esemplari adulti. I nidi sono piccoli e semplici, e sono scavati nel terreno. Le operaie, e talvolta anche la regina, raccolgono il cibo nelle notti fredde, predando piccoli animali ed allevando gli afidi sugli eucalipti.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Nothomyrmecia macrops in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ Nothomyrmecia macrops in AntWeb. URL consultato il 12 febbraio 2012.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Julian S. Huxley, La vita segreta delle formiche, Milano, Muzzio, 2003. ISBN 88-7413-076-7
artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi