Note olfattive

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La piramide olfattiva.

Le note olfattive nella profumeria servono a descrivere gli odori che possono essere percepiti al momento dell'applicazione di un profumo. Le note olfattive vengono divise in tre classi; le note di testa (o note capitale), le note di cuore (o note centrali) e le note di fondo; ogni raggruppamento di note olfattive indica il gruppo di odori che possono essere rilevati a seconda del tempo passato dall'applicazione di un profumo. La combinazione dei tre gruppi di note costituisce la piramide olfattiva, che serve a descrivere i profumi.

Note di testa[modifica | modifica sorgente]

Percepite immediatamente dopo l'applicazione di un profumo[1] , le note di testa sono minuscole molecole che evaporano velocemente. Formano la prima impressione che una persona si fa di un profumo, e pertanto sono molto importanti dal punto di vista commerciale. Gli odori che fanno parte di questa classe di note sono solitamente descritti come "freschi", "assertivi" o "taglienti". I componenti che formano le note di testa generalmente sono odori forti, però dalla composizione molto volatile. Sono comuni note di testa, per esempio i profumi derivati dagli agrumi e dallo zenzero.

Note di cuore[modifica | modifica sorgente]

L'odore di un profumo che emerge non appena si dissolvono le note di testa, pertanto la loro apparizione può avvenire da pochi minuti a circa un'ora dopo[1]. Le note di cuore compongono la parte centrale di un profumo, e spesso hanno il compito di mascherare l'iniziale brutta impressione che si ha delle note di fondo, che normalmente si apprezzano solo col tempo. Le note di cuore pertanto sono di solito più morbide ed avvolgenti, delle altre. Fra gli esempi classici delle note di cuore si possono citare i profumi derivati dai fiori come rosa e lavanda.

Note di fondo[modifica | modifica sorgente]

L'odore di un profumo che appare quando sta per sparire l'odore delle note di cuore[1]. Pertanto le note di fondo non vengono avvertite dall'utilizzatore del profumo prima di un periodo di mezzora, ma sono quelle che resistono più a lungo di tutte, anche per ventiquattro ore dopo l'applicazione. Fra queste note si possono citare i profumi delle famiglie olfattive animali o quelle sintetiche.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c W. A. Poucher, Poucher's Perfumes, Cosmetics and Soaps, vol. 2, Ninth, Great Britain, Chapman & Hall, 1993, p. 55, ISBN 0-412-27350-0.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

moda Portale Moda: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di moda