Nosode

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le pratiche descritte non sono accettate dalla medicina, non sono state sottoposte a verifiche sperimentali condotte con metodo scientifico o non le hanno superate. Potrebbero pertanto essere inefficaci o dannose per la salute. Le informazioni hanno solo fine illustrativo. Wikipedia non dà consigli medici: leggi le avvertenze.

I nosodi sono una classe di rimedi utilizzati in omeopatia. Si tratta di quei preparati ottenuti a partire da materiale patologico, ad esempio da campioni prelevati dalle pustole di un paziente con una malattia della pelle o dalla mucosa di un paziente con una malattia respiratoria[1]. Tali rimedi, secondo il principio omeopatico similia similibus curantur, dovrebbero ad altissime diluizioni presentare efficacia terapeutica contro gli stessi disturbi che li hanno prodotti o disturbi simili. A differenza dei vaccini, il nosode si ripropone di «assicurare al paziente l'energia necessaria al mantenimento dell'equilibrio»[2].

In passato i nosodi erano utilizzati nella medicina tradizionale. Nella medicina moderna hanno esclusivamente valore storico e non gli è riconosciuta alcuna efficacia[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nosode su Free medical dictionary. URL consultato il 28 ottobre 2012.
  2. ^ Il problema dei nosodi, omeonet.com. URL consultato il 28 ottobre 2012.
  3. ^ Nosode su MeSH. URL consultato il 28 ottobre 2012.
Medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Medicina