Norman Hunter

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Norman Hunter
Dati biografici
Nazionalità Inghilterra Inghilterra
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Ritirato 1982 - giocatore
1987 - allenatore
Carriera
Squadre di club1
1962-1976 Leeds Leeds 540 (18)
1976-1979 Bristol City Bristol City 108 (4)
1979-1982 Barnsley Barnsley 31 (0)
Nazionale
1966-1975 Inghilterra Inghilterra 28 (2)
Carriera da allenatore
1980-1984 Barnsley Barnsley
1984-1987 Rotherham Utd Rotherham Utd
Palmarès
Coppa mondiale.svg Mondiali di calcio
Oro Inghilterra 1966
UEFA European Cup.svg Europei di calcio
Bronzo Italia 1968
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 3 settembre 2008

Norman Hunter (Gateshead, 29 ottobre 1943) è un allenatore di calcio ed ex calciatore inglese, di ruolo difensore. Campione del mondo con la Nazionale ai Mondiali di calcio del 1966. Nel 1998 è stato incluso nella lista delle 100 leggende del campionato inglese.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Inizialmente era un attaccante, ma il suo ruolo fu modificato nel Leeds in un solido centrale difensivo che prese la casacca numero 6 durante i suoi 14 anni con il club nel quale giocava da quando ne aveva 15.

Il suo debutto in campionato avvenne nel 1962 e finì per rimanere titolare tutta la stagione, formando una coppia formidabile con Jack Charlton.

Il Leeds fu promosso dalla Seconda Divisione nel 1964 e l'anno successivo presero parte con molto successo al Campionato di Prima Divisione ed alla FA Cup. Comunque, persero il titolo contro il Manchester United per differenza reti e furono battuti 2-1 dal Liverpool nella finale della Coppa nazionale.

Con il Leeds vinse quattro titoli: una League Cup ed una Coppa delle Fiere, una Charity Shield ed un Campionato. Il 1970 fu un anno peggiore degli altri e non vinse niente.

Vinse ancora una Coppa delle Fiere nel 1971, una FA Cup nel 1972 ed un Campionato di Prima Divisione nella stagione 1973/74.

Giocò molte stagioni per il Leeds prima del suo trasferimento nell'autunno 1976, quando diventò un giocatore del Bristol City. Giocò lì per tre anni prima di tornare nello Yorkshire come giocatore, e poi allenatore, del Barnsley.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Fece il suo debutto in Nazionale nel 1965 ma la grossa intesa tra Charlton e Bobby Moore lo fece stare per molti incontri seduto in panchina, collezionando 28 partite. Fece parte della squadra che si aggiudicò nel 1966 il Mondiale, senza però giocare alcuna partita.

Dopo il ritiro[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver allenato il Barnsley passò ad allenare il Rotherham United e, per un breve periodo, il Leeds.

Nel 1993, ritiratosi dal calcio, diventò ospite fisso di una trasmissione radiofonica locale della BBC Radio Leeds. Nel 1998, la Football League, per festeggiare il suo centenario, incluse Hunter in una lista di 100 leggende che hanno preso parte al campionato inglese.

Hunter rilasciò una sua autobiografia, intitolata Biting Talk, nel 2004.

Sposò sua moglie Sue l'11 giugno 1968. I due ebbero un figlio e una figlia e, in seguito, due nipoti.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

Leeds: 1963–1964
Leeds: 1968-1969, 1973-1974
Leeds: 1971-1972
Leeds: 1967-1968
Leeds: 1969

Competizioni internazionali[modifica | modifica sorgente]

Leeds: 1967-1968, 1970-1971

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Inghilterra 1966

Individuale[modifica | modifica sorgente]

1974

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 33975679 LCCN: nb2005012362