Non sequitur (letteratura)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

In letteratura, il non sequitur (letteralmente: non segue, non consegue), consiste in un commento che è umoristicamente assurdo o non ha relazione al commento cui fa seguito. La tecnica del non sequitur è spesso utilizzata nell'umorismo surreale:

« Breve racconto: un uomo si sveglia al mattino e scopre di essersi trasformato nei propri plantari. »
(Woody Allen, Citarsi addosso, trad. di Cathy Berberian e Doretta Gelmini, Bompiani, 1996)

Il termine va distinto dal non sequitur in logica, dove indica un particolare errore di ragionamento.